mercoledì 25 marzo 2009

La Mora in:"L'importante è vincere..."







Ieri sera,durante una mesta cena con fiatone,mio figlio ha profferito tal frase:"domani non voglio andare a scuola perchè c'è lo sport ed io perdo sempre..."



Cosa cosa?



Tre anni e mezzo e vive già la frustrazione di perdere?come è possibile?io e suo padre siamo stati paranoici su questo concetto chiave dell'esistenza:la cosa importante è divertirsi,godersi il gioco,la vita non è una gara,chissenefrega se si perde,l'importante è partecipare..."e via così.



Tuttavia qualcosa deve essere andato storto,in qualche maniera al di là delle nostre parole,hanno agito i miei geni.



Eh già, si da il caso che io odi perdere,e quel che è peggio adoro vincere,ho un'insana attrazione per il gol,il taglio del traguardo,il canestro,il centro con le freccette,lo strike,il ko,la volata,il superamento in curva,la coppa,la medaglia,il podio,la Vittoria.



Sbavo al solo pensiero di un punto vinto a tennis,dopo una meravigliosa schiacciata od un rovescio a due mani con tanto di urletto orgasmico.



So io quante racchette ho lanciato per terra per un punto perso,completamente rapita da sensazioni poco sportive,lontanissime dal fair play,quanto ho pianto ed urlato per aver perso e masticato parolacce e sputi.



Che brutta persona che sono,davvero una pessima ragazza,insieme alla guanina-timina-adenina,devo aver trasmesso geneticamente al mio piccolo nanetto,anche la voglia-di-vittorina.



Quando guardo qualcuno alzare la braccia,una volta oltrepassato il traguardo,dopo anni di allenamento silenzioso,piango.



Adoro essere il numero uno,the champion of the world,la prima,il numero dieci nel calcio,il fuoriclasse;la filosofia all' Oriali mi deprime.



Odio una vita da mediano.



Con calma,la sera nel letto,racconto a Giacomo,che il vero campione è colui che gode del proprio corpo sudato e stanco,dei propri piedi stretti nelle scarpe da ginnastica,del vento fra i capelli,della fatica,della sensazione della gara e del superamento del limite,gli dico che il campione non è colui che vince ma chiunque si diverta facendo il proprio amato sport.



Gli racconto che suo padre è il campione più grande che esista perchè spesso perdeva ma tornava sempre a correre senza fermarsi mai.



Credo di essere stata convincente e profonda,faccio per alzarmi ma lui mi richiama dopo avermi ascoltata con gli occhi sgranati e mi dice in un soffio:"si va bene mamma ma io domani non ci voglio andare a sport".



Sai che c'è?c'è che i figli imparano più da una espressione del volto,da una contrazione di un muscolo,da un sorriso od una reazione emotiva, che da tante belle parole.



Ovviamente stamattina l'ho accompagnato a scuola lo stesso,nonostante lui si impuntasse come un asino(non portarlo sarebbe stato davvero diseducativo) ed ho urlato alla maestra:"la finite di mettere mio figlio contro i grandi del terzo anno?e quando mi vince così?è chiaro che me lo battono no?"









P.S.



No Filippito di mamma,mi chiedevo solo se per caso non preferiresti stare comodamente sdraiato nella carrozzina nuova di zecca che ti ha regalato Santina,contornato da lenzuola lisce e profumate di lavanda,o respirare l'aria fresca di questa nuova primavera,piuttosto che stare accovacciato con le ginocchia in bocca circondato dai miei intestini compressi,immerso in quell'acquetta tiepidina e stantia(nove mesi di erogazione continua,non senti l'esigenza di cambiare la boccia come i pesci rossi?),non preferiresti scalciare sul lettone morbido,piuttosto che urtare continuamente la mia vescica stropicciata ed il mio diaframma spappolato?non preferiresti tesoruccio mio?



Io preferirei sai?ma tanto tanto...






Buon sole limpido a tutti.






5 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao, il mio commento che iuppi sembra che riesco a scriverti, quindi da ora, magari comunico........

Tiziana ha detto...

Ancora così???
Sono stata fuori una settimana, ricoverata due giorni in ospedale per togliere un polpetiello ospite del mio caro (ispessito, eccessivamente sembra) endometrio, rientro, apro il blog nell'attesa di non trovarti perchè in tutt'altre faccende affaccendata e...
Vabbé, non ti farò le domande che ti fanno tutti, come da tua richiesta, ma mi rivolgerò direttamente al caro Filippito di mamma sua che, secondo me, con questi sbalzi repentini di temperatura e improvvise variazioni del tempo, magari ce prova pure ad uscire, è che poi ce ripensa...
Filippo, dunque, mi sono fatta un giro sui vari siti che si professano grossi intenditori in fatto di tempo e previsioni e pare che la primavera sia arrivata. Vai, fatti coraggio e salta fuori. Baci a todos

La siciliana nordica ha detto...

Bene, è arrivato il momento: affitta una vecchia 126 e fatti tutto il centro storico a 200 all'ora sui sanpietrini, poi torna a casa e fai sesso sfrenato per tre ore di seguito e infine per festeggiare (perché non so te ma 3 minuti di seguito si festeggiano di questi tempi, figurati 3 ore, ma per una giusta causa questo ed'altro, giusto Mister Inseminator?!) ti fai un bel bagno caldo. Ahò, se non esce così il figlioletto, rimane solo il bunjee jumping dal ponte (con o senza elastico a questo punto!!). Go, sorella mora, go!!!

La Mora ha detto...

Ho fatto di tutto care ragazze,compreso il sesso a pagamento,perchè Marco si rifiutava di prendere a randellate il figlioletto sull'uscio,ho fatto scale a quattro a quattro,pulito,lavato,stirato,fattola danza yogica del travaglio,spostato mobili pesanti,ballato i Litfiba,messa carponi e volteggiato qua e là con il bacino,ma la trentanovesima settimana se ne sta andando ugualmente e l'idea di partorire un pasqualino,si fa sempre meno remota.
Ora proverò a bere un infuso di olio di castoro e si vedrà...
Sostenetemi vi prego,ma soprattutto non siete d'accordo con me sul fatto che una gravidanza dovrebbe durare al massimo,35-36 settimane?
Che esagerazione ste 40-41-42,il Padreterno non doveva approssimare così una cosa tanto delicata,avrebbe dovuto sperimantare con Eva e chiederle cosa le sembrava e poi aggiustare il tiro.
No?
Besitos
Abbasso i polpetielli...se non affogati nel sughetto piccantello.

La Mora ha detto...

Ho fatto di tutto care ragazze,compreso il sesso a pagamento,perchè Marco si rifiutava di prendere a randellate il figlioletto sull'uscio,ho fatto scale a quattro a quattro,pulito,lavato,stirato,fattola danza yogica del travaglio,spostato mobili pesanti,ballato i Litfiba,messa carponi e volteggiato qua e là con il bacino,ma la trentanovesima settimana se ne sta andando ugualmente e l'idea di partorire un pasqualino,si fa sempre meno remota.
Ora proverò a bere un infuso di olio di castoro e si vedrà...
Sostenetemi vi prego,ma soprattutto non siete d'accordo con me sul fatto che una gravidanza dovrebbe durare al massimo,35-36 settimane?
Che esagerazione ste 40-41-42,il Padreterno non doveva approssimare così una cosa tanto delicata,avrebbe dovuto sperimantare con Eva e chiederle cosa le sembrava e poi aggiustare il tiro.
No?
Besitos
Abbasso i polpetielli...se non affogati nel sughetto piccantello.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box