giovedì 31 luglio 2008

La mora in:"Sono in stato interessante..."




Numero ormoni gonadotropina corionica:2.991...Odissea nello spazio.
Ebbene sono gravida e tu,come nostra tradizione lo avevi già sognato venti giorni fa.
Sono alla quinta settimana...me ne mancano solo 36,iufù,il più è fatto!
Continuo a non capire bene cosa ci sia di interessante in questo stato,vago per il mondo con gli ormoni schizzati,una imperiosa voglia di vomitare in ogni angolo,la testa vuota e vorticosa,una simpaticissima diarrea senza preavviso(di solito la diarrea non avvisa mai),la pancia gonfia,attacchi di narcolessia improvvisi,crampi,tette doloranti come se fossero sotto una sciaccia sassi,ed in più,un orda di camici che ti smucinano nel port enfant.
Molto interessante tutto questo.
Sono scesa nuovamente da Scanno dopo aver fatto il test ed aver visto le famose due lineette rosa,per controllare la situazione,ora sto per andare all'ispettorato per smettere di lavorare ed interrompere le mie isteriche ferie senza pace,e poi ripartiremo per Scanno solo io,il mio cucciolo d'uomo,la pulce nella pancia e la mia coppia genitoriale.
Vuoi sapere come la vivo stavolta?tutto bene grazie.
Non saprei dire assolutamente perchè ma sono serena,mi sento quasi stordita dall'incoscienza,certo,se scavo ritrovo tutte le mie paure,preoccupazioni,ansie,dubbi,però tutto sommato mi sento positiva.
Giacomo ieri parlava già con la pancia,rivolgendosi al femminile,le chiedeva "quando vieni?come stai?io domenica ti spingo,io ti difendo e se viene un bimbo cattivo gli do un cassotto,"e poi ad un certo punto,annusando la pelle del mio ventre, ha poeticamente detto:"ti puzzano i piedi Sara,fatti fare il bagnetto..."
Me la vogliono chiamare Sara sta figlia,speriamo riuscirò a far cambiare idea alla massa preponderante e più importante della mia famiglia.
E poi,se non fosse femmina?
Saro?
Il ginecologo,facendo l'ecografia,ha detto che la cameretta era perfetta,non ho avuto notizie del salone ma credo che, se avrà preso dalla mamma,sarà un pò in disordine.
Pancia mia,ti ricorderò sempre così,nel tuo momento migliore...lentamente aggiornerò i lettori sulle tue evoluzioni funamboliche...
Evviva Montanucci che,anche stavolta,nonostante i suoi 46 anni,annovera,come elegantemente si dice a Roma:una botta una tacca.
Preparati a dimagrire che io sto per tornare ad essere,una dolce balenottera dagli occhi azzurri.

mercoledì 30 luglio 2008

La bionda in "Amarezza sostenuta"


Avevo giurato e spergiurato di rendere codesto spazio uno svago piacevole e un pò frivoletto,appunto per contrapporsi alla faticosa e impervia esistenza di umanoide nella quale ci troviamo..Eppure qualcosa nel mio animo,si inquieta e s'agita,e vorrebbe sfogarsi.
Proprio qui?
Si,qui.
Io ho fatto politica,io ero nel movimento glorioso dei disobbedienti arrabbiati,e ci sono stata per un bel pò di anni.
Io prima ero tutta musica e sogni artistici,io ero piena di amicizie stimolanti,di letture nel parco,di sconvolgimenti ritmici.
Poi,secondo la spiegazione della mia vecchia professoressa di psicologia "iniziai a fare politica perchè era l'unica cosa che mi teneva coi piedi per terra"..E da li,tutto cambiò rapidamente.
Volantinare all'alba davanti le fabbriche,farsi ore e ore di riunioni sul revisionismo storico e dialettico,organizzare seminari pallosissimi a cui partecipavamo solo noi,leggere il Capitale e tutti i più piccoli appunti di Mao.
Poi qualche anno più tardi il salto.Si passò ai centri sociali.
E la mia vita politica si fece più "avventurosa".Cortei,viaggi su treni occupati,scontri,bastonate,denunce e una forte sensazione di appartenenza.
Di gloria.
Con gli anni pian piano mi sono sempre più accorta di tante piccole cose,ho iniziato a non essere più tanto orgogliosa di dire che c'era una mia bella foto in questura,nè che conoscevo maree di galeotti.
Ho iniziato a infastidirmi,di dove frequentare gente malfamata che mi faceva schifo,e magari sorridergli pure,mentre gli portavo da mangiare.
Ho smesso di fare politica qualche anno fa,perchè io la facevo per amore,intorno a me,si faceva per rabbia.
A parte il noiosissimo pistolotto sulla motivazione politica che mi ha portato a "smettere" di farlo,c'è stato il fattore umano,che di umano ha ben poco.O almeno con regole tutte sue.
Sei un numero,e se ne esci un pò fuori per farti una vita tua che sia diversa dallo stare a riunioni su qualsiasicosa ogni sera della settimana,se per caso decidi chessò,di fare un figlio e quindi seguirlo diventa "un 'impiccio",diciamo che scompari magicamente dai pensieri di quelli che fino a due minuti prima erano i tuoi fratelli,i tuoi compagni.

Fine prima parte,ho la mia amica del cuore dei tempi giovini e bellilli a cena,sta per arrivare,mi tolgo il grembiule da cuoca,smetto i panni della revisionista e vado a spegnere la teglia di patate e zucchine che sfrigola nel forno.

Hasta siempre.

lunedì 28 luglio 2008

La bionda in "Tutti i colori"


Saltellando in giù e in giù (non sono andata su per ora) per il paese..
Piedi scalzi dentro la macchina,un pacco di taralli,un cd psicopatico fatto per apposta per il viaggio,due regali incartati nel cofano e via,verso la Puglia.
Già di ritorno purtroppo,un paio di bagni nel mare che adoro,qualche abbraccio con gli amici e già arrivederci.

Esterno sera:Polignano a mare.
Folla immensa,sembra un concerto dei Metallica,solo che qui sono tutti in tiro,il paese è bello bellissimo,da togliere il fiato..me l'ha tolto talmente tanto che c'ho avuto un attacco di panico.
Purtroppo non è una battuta,e cazzo quanto mi sono arrabbiata con me stessa.
Ma non mi sono fatta buttare giù.
Passata la tempesta,mezza rintronata,siamo andati al mare,bagno notturno,in mezzo ad una specie di circo Orfei,che mangiava salsicce alla brace all'una di notte,con una tipologia di uomini davvero curiosa per la fauna del luogo.
Gli stessi che poi si sono buttati in mare con la peperonata sullo stomaco e come dei bambinoni si sono stradivertiti montandosi uno sull'altro come i bulgari..
Tutto questo mi porta alla conclusione che io adoro i pugliesi,e la loro solarità il loro modo di vivere il mare,la loro apertura.
E' stato un uichend mooolto bello,cara sorella che mi corteggi per venire in Abruzzo di nuovo,e spero proprio di trovare il giusto miracolo che mi farà tornare giù a breve,brevissimo.

Per ora mi fermo a vado a gordermi un pò i miei figlioli appena rientrati alla base dopo la sosta paterna,e devo preparare la piccola roscia al provino dello Zecchino d'Oro,visto che vuole partecipare..Ma ti rendi conto?Ha scelto una canzone per il provino che c'avrà anche un bel testo multirazziale,non dico di no,ma è..come dire...piacevole come una passeggiata coi tacchi a spillo sui gioielli di qualche ometto..E la dovremo snetire mille e mille volte per impararla bene..Per le prossime 3 settimane!!!

Vado a prendere 10 gocce di EN e accendo Media Player.

Saluti peccaminosi,sorella abbronzatina.

Ah dimenticavo,questo è il quadro che ho fatto per la mia amica,buon compleanno,Ila;)

venerdì 25 luglio 2008

La bionda in "Appunti di viaggio,Scanno 15 Luglio"


" Primo giorno:
C'è qualcosa di struggente,in Scanno.
Qualcosa che mi commuove e mi gonfia dentro,ogni volta che dal vetro della macchina mi appare.
E c'è questo odore qui,di case di pietra col muschio,di legna fresca accatastata,di piante umide,di fuoco.
Quel profumo che mi svuota la testa e mi rimepe il cuore.
Non c'è rumore,c'è suono,suono di acqua lontana,di vento nei cespugli,di maestosità dele montagne.Perchè ce l'hanno un suono,eccome se ce l'hanno.
Si sentono gli uccelli,vicini e lontani,si sent el'eco del bosco,del vento freddino.

Sono qui,siamo qui.

Un bel viaggio,ho saputo come si chiamava il gruppo che papà aveva da ragazzo,fatto con le iniziali dei nomi,i Giants,che aprivano i concerti con "Ma che colpa abbiamo noi" dei Rokes,che facevano Paint it black dei Rolling Stones e che papà,oltre a far e il batterista,faceva anche la voce su "Pensiero d'amore" di Mal..
E dice pure che la faceva in italianese (italiano un pò inglese)...ma ci pensi??

Secondo giorno:

Ho visto Dirty dancing,per la milionesima volta,senz aaver però vinto alcun premio..
Il problema è che mi sono pure emozionata..quando ballano..e mi sono ricordata di quando lo vedevamo a casa,tanti anni fa,e alla fine del film,sui titoli di coda,mamma e papà venivano colti da irrefrenabile voglia di danzare e si mettevano a volteggiare per il salone con mamma che schiacciava i piedi a papà.
E ho pensato a te,amore,e improvvisamente sei diventato Patrick Swayze..Mi fai volteggiare come una libellula,con il gonnone di tulle che svolazza qua e la..
..E intanto..mi mangio un altro amaretto..

Terzo giorno:

Distesa sterminata di farfalle,sembra poetico ma è solo montagna.
E' poetica inside.
Abeti,fruscio,peri nodosi,salici con fronde commoventi.
Io amo la montagna.
La amo.

Odio le mosche.Non so ucciderle.Neanche con lo spray.Con me vincono.Di brutto.Inizio mio figlio all'arte dell'estinzione delle mosche.Bene o male ce la fa.Ora ho un uomo che mi uccide le mosche.Posso dormire il sonno dei giusti.
Mi ha chiamato Mc Schifo,per lavoro.Ho rifiutato.
Resto una fighissima disoccupata con principi saldissimi.
I miei figli sono addolorati dalla notizia,già si immaginavano che avrebbero vissuto mangiando happy meal,ricoperti di regali e crocchette di pollo.Compro due scamorze e li riporto sulla terra.
Forse mi serbano rancore.
Chi può dirlo."

Fine prima puntata.Restate incollati,ma non troppo che vi riempite di friccicori elettromagnetici,non vorrei avervici sul groppone.Bon suar

giovedì 24 luglio 2008

La mora in:"Caro/a Fra che lavori all'Ici..."

Caro Fra che lavori all'Ici,come vedi sono molto emozionata per il mio primo commento ricevuto da sconosciuti,tanto da non saper come fare a risponderti nell'area appositamente designata,e poi il tuo commento è correlato da un abbraccio...che bellezza.
Dai,coraggio, sento che l'Ici sarà il tuo trampolino di lancio verso un futuro di stimoli ed occasioni...(stai lontano dalle finestre mi raccomando...)
Buona estate Fra,Bologna è perfetta,se hai una bici.

La Mora in:"mamma mia che amarezza..."






Mi sembra una frase egregiamente riassuntiva della sontuosa giornata di merda appena conclusasi a lavoro,ed anche di una sorella ingrata che rinnega anni di felice convivenza e non specifica,ringraziandomi immensamente,che al giardino del thè,ce l'ho mandata io.
Sai che amo gli ossequi ed i riconoscimenti,laddove siano veri,perciò ogni tanto potresti anche farmene un pò.
Quel posto,suddetto giardino,è il mio rifugio da anni,lì dove compro tisane e zuccheri in zolle,meravigliosi,lì dove acquisto i regali per i miei amici e parenti ogni Natale...lì dove tutto è biologico e dove si raccolgono piselli,patate e si fanno braccialetti di cuoio e sò tre ore che stai a ciancicà ma che te ciancichi aò...
Ma ciò non c'entra con l'amarezza odierna,con l'amarezza c'entro io,al muro in una riunione di tre ore dove ho urlato e mi hanno urlato in faccia,fra capriole funamboliche,fatte sul filo odioso di ciò che sai ma non puoi dire fino in fondo,fra la disistima che serpeggia senza nome,ma che te la senti addosso come una seconda pelle e non puoi difenderti se non a costo di diventare penosa.Ed io lo sono diventata,una tigre all'angolo che affonda le unghie disperata davanti ai fucili e ad ogni graffio affonda sempre di più nella sua stessa carne,nel suo stesso dolore,verso morte sicura,ed ostinata continua a difendersi,suscitando pena.
Vabbè insomma,una situazione incresciosa,antipatica,senza alcun appoggio,invocavo aiuto ma non lo trovavo ed era esattamente come alle elementari,quando mi guardavo in giro dopo aver confessato un crimine di gruppo,e mi ritrovavo assolutamente sola,il gruppo,tutto ad un tratto...pouf!non conosco diplomazia nè mezze misure,non è per me questo ambiente e comunque sarei un pò disadattata ovunque.voglio aria,sincerità,limpidezza,mi sento in apnea.
Sono uscita di lì(definitivamente in ferie stavolta)con la sensazione di non poter più ritornare,non sei desiderata qui...antiwelcome!
La cosa che mi fa più rabbia poi,è che tutto questo non nasce da un problema con la mia professionalità o la mia serietà sul lavoro,non ho mai creato problemi del genere.E' tutto giocato sulla sfera personale,sul dire ed il non dire,sul vociferare,ipotizzare,insinuare.A Scanno,di notte,abbiamo giocato a Risiko tutti insieme, ed anche lì,ho scoperto che la tattica e la strategia non sono il mio forte,meglio il tabù di cui sono campionessa indiscussa del 1993(quando si tratta di dire parole a ruota libera e sparare cazzate,sono egregia,tanto che mi ci chiamano per i paesi!).
Credo che questo post dovrebbe finire qui altrimenti potrebbe vincere il premio"tutto il post è noia..."e siccome non ho altre pieghe attualmente,da fargli prendere (tipo:fagli prendere un'altra piega)saluto la mia amica Annarita e quanto abbiamo riso insieme fino alle lacrime(sempre a vongola cara mia) e quelli che mi vogliono bene davvero,anche se sprovvista di diplomazia, un saluto anche alla mia cara palestra che sta cambiando i macchinari(proprio ora che li avevo consolidati)le mie corde vocali ormai correlate di polipi e cavallucci marini,i miei splendidi 65 chili(che dovrebbero essere 58 ma sta a vedè il capello)saluto ancora gli Homo...sapiens che mi hanno fatto accapponare la pelle(forse a causa del venticello montano?)e infine spero che la mia strada trovi nuovi modi di illuminarsi per agevolarmi il cammino.
Un pensiero volante al mio papà(il tuo adottivo o chissà...)che con la sua presenza di sempre,mi toglie l'amarezza dalla bocca,come solo una dolcissima caramella potrebbe fare.
Scanno aspettaci,torniamo ancora...



Il sottotitolo di questo blog è,ovviamente questo:"ma dove minchia stà la kamtchacka"?

La bionda in "Il giardino del the"


Ma bentornati cari sorelle-lettori!
Anzi,bentornata a me,anche se quest'anno soffro di ferie a singhiozzo e vado via due giorni di qui,tre giorni di la..
Quest'estate ho preso appunti in vacanza,cosi ne tirerò fuori un paio di postarelli con memoria,visto che di solito,mi fornisco di una quantità spaventosa di pensieri e illuminazioni quando sono davanti a bei paesaggi che poi inevitabilmente non ricordo più nulla al ritorno!

E bentornata pure a te che ora starai lavorando,cara sorella atipica che mastica 3 gomme e dico tre istantaneamente (ma ti sembra normale?perchè a me no...),il nostro micro soggiorno nella medesima abitazione mi ha fatto di nuovo ringraziare il cielo che abitiamo separate già da un numero considerevole di anni..Siamo totalmente incopatibili,si vede che avevi ragione da piccola..Sono stata adottata,almeno si spiegherebbe la diversità no??

Insomma sono tornata a casa e quello che mi va di fare è press'appoco zero.
Ieri con la scusa di un..no non posso dirlo potrebbe leggere.insomma sono andata con Doc al negozio che da il nome a questo post..Emmioddio ho trovato quello che cercavo!!
Yuppi-evviva-alèè per il the cinese ai boccioli di rosaaa!!
Stamattina Doc,mi ha svegliata portandomene una tazza a letto,era anche uscito a prendere i limoni..arriva sul letto..mi dice -Annusa amore- e io,aggraziata come al solito al risveglio,bofonchio -C'ho il naso attappato-.
La conversazione continua con frasine dolcine del povero Doc ed io che sempre principescamente mi rigiro nel letto come un'orca assassina e accidentalmente,lo giuro vostro onore,dò una manata alla tazza che crolla sul comodino allagando: letto,occhiali,cellulare,pavimento.
Ma Doc non molla no,rimane tenero e impassibile,io mi tiro su innalzata dai sensi di colpa e finisce che beviamo dalla sua tazza il mio meraviglioso the ai boccioli che tanto avevo desiderato.
Certo,lo scenario lo immaginavo un pò più rilassato ma,che ce voi fà,sò furastica!

Appena posso vado giù di post raccontativi,oruar atulemond.

venerdì 18 luglio 2008

La mora in "qui non puoi neanche sentire gli odori..."







Così mi ha detto una mia cara amica-collega mentre,sedute alla nostra scrivania lavorativa,cercava di consolarmi dicendo che, in fondo,io in un ambulatorio di logopedia,non posso neanche sentire gli odori,i profumi,come invece amo fare con ogni cosa ed in ogniddove.



Tu lo sai che io annuso tutto,a volte anche in maniera sotto corticale,non ci rifletto,non ne sono cosciente,lo faccio e basta,con il cibo,con lo smalto,con le magliette di mio figlio,con il petto di un uomo(e svariate altre parti più o meno estese ed illuminate),con i detersivi,con i libri,le figurine,gli zaini,gli astucci,le merende e tanto e tanto altro.



Il mio posto professionale,probabilmente è altrove,mi annoio facilmente di certi meccanismi,gerarchie,falsi equilibri fondati sul niente.non voglio giustificarmi e dire che sono troppo fica per rimanere in un posto di lavoro che demolisco per non ammettere il fallimento a me stessa.



Veramente credo che la logopedia, almeno così esercitata,non sia la mia vera strada,sai ci sono molte cose che si possono fare nella vita ed alcune possono piacerti(come per me il lavoro in ambulatorio)ma altre possono appartenerti,entusiasmarti,assomigliarti.Se un uomo ti piace è diverso da un altro uomo che invece ti prende,ti ingloba,ti scuote,ti strappa la pelle ed i pensieri.



Ha ragione Raffa,mi serve un posto dove posso annusare:un luogo per scrivere,un teatro,una pasticceria.



Voglio imparare,sono anni che non imparo più nulla al di fuori di qual'è la marca migliore fra gli smalti,il detersivo più economico,il cibo davvero biologico,la strada dove si trova più parcheggio ecc.



Sono stanca di sentire la mia mente arrugginita,lenta,che non carbura,voglio pendere dalle labbra di un insegnante,entusiasmarmi seguendo una lezione,un seminario illuminante,voglio contornarmi di qualcosa che possa stimolare e sollecitare la mia creatività, far nascere una mia idea,una riflessione vera.



Tornare a casa e dire"cazzo oggi ho imparato cose incredibili",voglio studiare,laurearmi davvero,fare viaggi di approfondimento,imparare un'altra lingua e,prima di morire, imparare a suonare uno strumento seriamente,desidero ammazzarmi di studio e non inseguire tredicesima e quattordicesima,straordinari,ferie obbligate e tristi.



Vorrei avere i soldi per permettermi di studiare e crescere mio figlio al tempo stesso,vorrei che io fossi per lui una fonte di conoscenza entusiasta ed inesauribile,non una madre esaurita.



C'è molta differenza.



Amerei anche io trasferrmi lì nel paesino che fra qualche ora raggiungeremo,vivere di poco(un solo scaffale di bagnoschiuma,non trentatrè,due soli tipi di pane...)e leggere milioni di libri ed inebriarmi dei libri che non ho ancora letto,un inno quotidiano alla non-biblioteca,e poi vedere una valanga di bellisimi film,tutti quelli che avrei voluto guardare e che mi sono passati sopra la testa senza che li possa più ritrovare.



Vabbè la pianto qui.Prepara la cena,sto per raggiungerti e,pensa un pò...ti porterò pure il Doc traditore extra comunitario secco...Quanto sono buona.



Firmato:la tua sorella cane da caccia, anche detta:fiuto potente.(dove ti sei cacciato talent scout editoriale?perchè non ci convochi a me e alla mì sorella?si potrebbe scrivere belle cosucce noi assieme...)

mercoledì 16 luglio 2008

La Mora in:"cambio di programma"




Stamattina mi tocca andare all'inps,sciagura peggiore non mi poteva capitare, specie perchè inaspettata,odio i cambi di programma soprattutto se il programma cambiato era bellissimo.
Comunque volevo rispondere a te sorella bacchettona con Doc annesso che volevo solo mettere delle foto di me e papà quando stava in clinica,perchè, secondo me erano bellissime, e se, dentro ci avete trovato dell'autocelebrazione, sono certa che non ce ne sarà stata nè più nè meno di quanta ce n'è nello scrivere,nel suonare un basso,nel pettinarsi o farsi la piastra o compiacersi per un successo qualsiasi,un muscolo finalmente più tonico,nel mostrarsi,piacersi, nel proporsi.A l tempo stesso ci si può avvilire,sentirsi sbagliati,fuori luogo,esagerati,falliti,storti...tutti sentimenti perfettamente compatibili con l'essere umano.
Anche attaccare fotografie di noi stessi, incorniciate,ingigantite,colorate,è una forma di autocelebrazione e di mero compiacimento infantile,come qualunque forma d'arte e di espressione,tirare fuori,lanciare una carta,esporsi,chiedere agli altri se valiamo almeno un pò.ecco quello che ho fatto con quelle foto.
E tu Doc traditore che ti precipiti a scaricarti la coscienza per dimostrare di essere migliore di me per esserti solo prestato a mostrarmi la bellezza dello slide show,peraltro molto gradevole,che dirti? se non che non ti accompagnerò a Scanno, ti toccherà prendere la corriera da Tiburtina,così ne scenderai vomitante e stravolto quattro ore dopo implorando il mio perdono.
Ovviamente questa è una provocazione, uno scherzo,un gioco per far riflettere prima di giudicare davanti al pubblico udibrio,però,come si dice...scherzando scherzando si dice il vero...(si dice davvero così?).
Inps,aspettami con le tue mura arancioni scrostate e tristi,sto arrivando tutta truccata profumata,liscia piena di autocelebrazione...

martedì 15 luglio 2008

La Mora in:"Eros e Thanatos"




Sono tornata,la capitale,fresca ed inquinata,mi ha accolta con un saluto tranquillo e tutto sommato,sereno.
Tu hai il ciclo ed annesse paturnie,tanto che non sono riuscita a salutarti oggi.
Ti raggiungerò con il mio primogenito,a rompere la pace appena trovata sui monti,bionda Heidi.
Io un'ipotesi sul perchè non perdi peso ce l'avrei pure,e suona pressappoco cosi:mangi troppo.
Dai scherzo,magari hai ereditato la tiroide Cernobyliana da me,vedrai,basterà l'Eutirox tutti i giorni ed avrai nuovi attacchi uterini,e tutti i chili di prima.
Non è per sconfortarti,ma la vita è un delicato, quasi sempre,mancato equilibrio fra Eros e Thanatos,istinto di vita,istinto di morte.
Hai mai sentito quel brivido lungo la schiena quando passi davanti ad un burrone a strapiombo e pensi a come potresti facilmente cadere giù e spappardellarti sulle rocce?Bhè quello è il thanatos,quella sottile voglia di dolore e fine estrema che tutti proviamo,chi più chi meno,per carità.
Le mie vacanze sono andate bene,riposo,lettura e giochi con Giacomo impazzito dalla gioia per il mare,la sabbia,le bambine bionde,straniere,con il bikini con le ciliegine.
Giovedi rientro a lavoro temporaneamente perchè hanno disgraziatamente scoperto che avevo molti meno giorni di ferie rispetto a quelli presi(giuro sulle polpette di zia Anna che non lo sapevo)ma sono contenta perchè potrò chiacchierare con le mie amate colleghine che un pò mi mancano.
Lo sò,anche io odio quelle che sentono la mancanza delle colleghe mentre sono in ferie,ma a me,queste quattro donnine, mancano davvero.
Ti raggiungerò presto,intanto goditela e dimentica le paturnie del ciclo.
A proposito,a me non vengono le paturnie del ciclo,stò male da cani,ma non rispondo male a destra e a manca.
Che je manca a sinistra per essere semplicemente sinistra?
Baci dalla filosofa con lo smalto rosso-estate

La sorella bionda in "Noncisono pernessuno"


Eh si,è giunta l'ora (dicevano pinco-panco e paco-pinco su "Alice nel paese delle meraviglie"),per me,di levar le tende e dirigermi lassù fra le montagne abruzzine,armata di figlioli e colori ad olio.
Saremo soli soletti noi tre per qualche giorno,e già pregusto le giornate in prezioso ozio artistico,seduta nel giardino in de front ov mauntein,a pennellare inzù e ingiù.
Arrivederci miei cari,scappo per una settimana,tu come staffetta vuole,sei nell'hangar del rientro,forse ci saluteremo domani per lo scambio del testimone fra il vai e il vieni.
So che mi raggiungerai venerdi,e assieme al tuo figliolino e al tuo compagnino ti caricherai anche il mio Doc,nevvero?

Preparo la borsa e sogno giornate di semi-digiuno,purchè nessun amaretto appena sfornato mi passi vicino a meno di un metro dal naso..sai come posso reagire strana..

Quindi lascio sto posticino solo soletto,che nessuno me lo maltratti,tornerò presto,ma spero che il tempo passi leeento come una canzone di puro progressive italiano.
Io mi butto sull'autostrada con Highway chile,e che Jimi sempre sia lodato!

Purple haze sorella!

venerdì 11 luglio 2008

La bionda in "cooking by night"


Ciao Sorè!
Ce l'hai presente la fastidiosissima sensazione che ti da quella specie di gelatina delle zucchine quando ne lavori una discreta quantità??
Beh,era da quando avevo smesso di lavorare che non la provavo.
Io si sa,lavoro meglio sotto pressione,e quindi,per la cena di domani sera (compleanno di Max)mi sono apprestata a riprendere i fornelli in seria considerazione e mi trovo qui,all'una di notte,a farcire zucchine e cubettare melanzane,metter su una crema pasticcera (che oltretutto ho sbagliato a prendere una ricetta diversa perchè il risultato non mi piace=ergo Maiii sperimentare all'ultimo momento soprattutto di notte quando non hai negozi dove comprare altre uova!!) e trikke e trakke vari.
Lo vuoi sapere sto menù??Rubacchiato dai blog culinari che tanto amo?Un pò qui e una cosetta li,tranne che per la torta sarà un vero menù contaminato webbisticamente,nello specifico:

-Involtini di melanzana allo yogurt greco (presi qui)
- Barchette di zucchine al petto di pollo (da qui )
-Cous cous tonno e pomodoro (da quuuui)
-Spiedini di polpettine (farina del mio sacco)

E la torta Simona (ovvero quella torta che faceva mamma che a me faceva impazzire,col pan di spagna e la crema leggera al limone con i pezzetti di ananas e la panna sopra...cosi da quando sono piccola,la chiamo segretamente col mio nome,tiè è mia!)

Insomma,questo prevede la Psichedelic house,ora come una gran testa di tubero americano messo nel barattolo 4 stagioni a "cicciare",io scrivo su un posto dove potenzialmente legge tutto il MONDO,il menù di una festa che dovrebbe essere a sorpresa!!
Ma bene,congratulescion diar deficente!!
Ma confido nella buona sorte e nel fatto che i miei amici sto blog manco lo leggono altrimenti sarebbero colti da carità passionevole e mi avrebbero almeno scritto due sputarelli,cosi,tanto per..

L'ora volge al desìo,ed io,cara sorella in ferie,temo che a breve raggiungerò l'agognato letto..che AAARGHHHH!!
Nooooo,ricordai proprio ora che stamane tolsi le lenzuola e fai una cosa fanne due,il letto è ANCORA DA RIFARE!!
Noooo!1Disperazione!!Scoramento!!Rotolamenti vari sur pavimento con annessi strilli romani imprecanti..
Questa proprio no ci voleva,non bastano le dita secche strane lasciate dalle zucchine malefiche,mo pure il lenzuolo stirato!!

Buonanotte naso di falco,la tua triste barbagianni.

martedì 8 luglio 2008

La bionda in "Bouganville e citronella"



Eccomi qui,di nuovo in postazione,un pò più colorata,ed enormemente piena.
Piena di pancia e di spirito.Piena di ore sull'autostrada più buffa del continente,ore di coda per finire in una lingua di terra assolata e fiorita,montagnosa e azzurra di mare.
In una Calabria di parenti,di un locale agghindato a feste varie,battesimi e compleanni con musiche antiche e cibo a profusione,una Calabria ospiti dei genitori di Daniele,meravigliosamente ospitali e generosi,chiaccherini e canterini.Un pranzo consumato iniziando seduti nel patio accanto a piante di citronella e lavanda bevendo un'acqua tonica con una fetta di limone,proseguita con portate che si susseguivano rilassate in una tavola semplice e di casa.Un pranzo gustato abbeverandomi di anime belle,accompagnati dalla chitarra tuttofare di Vinz,che ha fatto cantare tutti.Un pranzo contadino,finito in campagna a guardar conigli appena nati,a ridere insieme e sentirsi anni luce lontani dal lavoro,dalla vita frenetica della mia Roma sincopata.
E' proseguito ridendo fino a farmi venire l'asma,questo viaggetto lampo,completamente andata fra le mie battute senza senso e senza vergogna e quelle di Vinz,tanto simili alle mie che non credevo potesse accadere..un sabato passato tutto al mare,un mare coi sassi,che ad ogni onda che rientrava indietro,si sprigionava un rumore meraviglioso,come di un bastone della pioggia indiano,un sabato a giocare con le onde forti,fortissime,e riderne talmente tanto da bere acqua in continuazione,come quando era bambina..
Una domenica finita in spiaggia all'ora di cena,sdraiati a goderci il tramonto,senza fretta,senza progetti,senza pensieri..
Chissà che età avrò avuto l'ultima volta che me la sono goduta cosi,la vita..

Un viaggio di ritorno ancorato sulla Salerno-Reggio Calabria,fra deviazioni e code,che non ha rovinato la bella sensazione che avevo in corpo.

Sono stata bene sorella,sono stata davvero bene.

mercoledì 2 luglio 2008

La bionda in "Mio Dio!!"


E ti dico perchè.
Innanzitutto,vorrei sapere il nome di chi ti ha fatto scoprire lo slide show (cheppoi lo so il nome,per dincibacco,eh Doooc?),perchè,va bene tutto,ma le fotine in primo piano fanno tnto adolescentina rincoglionita!E figlia mia,c'hai l'anni de Cristo mica bruscolini,mica che te metti il dolomite e il lucidalabbra della Pupa de vetro colla pallina,c'hai una dignità perlamiseria,essù ma che sò ste foto?
Evabbè,correvo un rischio ad aprirmi un blog con mia sorella,lo sapevo,ma sbagliare come si dice è umano no?

Secondo poi,il mio "mioddio" è dedicato alla base del mio corpo,nello specifico le vene,che pare che tanto mi piaceva la Sora Lella che la voglio imitare in tutto e per tutto e fra un pò finisco col borotalco nella 126 a mettermi le calze riposanti,c'ho certe vene indispettite che non so manco io perchè gli rode cosi il culo!

E last but not the least (avrò scritto bene?!?) un bel "mioddio" per la mia bici,la piscina che da disoccupata mi sto godendo ogni giorno,l'alimentazione molto fescion con yogurtini e insalatucce,l'abbronzatura che campeggia rara come un'orchidea in mezzo al mar baltico...e questi simpaticissimi 65kili che si sono talmente affezionati da non scrollarmisi più di dosso..
No ma mi chiedo no,perchè poi uno se lo chiede:Ma perchè non riesco a perdere peso?Checciò,davvero checciavrò??
E sconsolata ma manco troppissimo visto che io e Doc viviamo un periodo,si,un pò agitato colloquialmente,ma anche mooooolto "amoroso",mi progetto una due giorni in Calabronia,che da quando siamo insieme io e Doc,solo una volta ci è capitato di passare due giorni fuori soli soletti,ci faranno mica male?

Dopo aver scritto quanti più punti interrogativi avevo in testa,credoche mi dedicherò all'ascolto di un pò di musica sanaferite,le bestiole stanno per addormentarsi vito che siamo rientrati ora,il Doc è al lavoro e ci starà all the night e io...me la godo un pò.

Annaffiatrice di basilico rigoglioso saluta sorella vacanziera,passo e chiudo.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box