mercoledì 26 gennaio 2011

"Sensi di colpa ed altre inquietudini..."


La Donna è cosa complessa.
Lungi da me voler scrivere un post femminista alla "quello che le donne non dicono"che detesto,però,completamente immersa nell'influenza stagionale del figliolame,rifletto su tali considerazioni,fra tosse,febbre e sputi.
Le donne nascono corredate di senso di colpa.
Le donne sono tormentate dal senso di colpa.
Quella crepetta insulsa,ci sembra da subito meno interessante del pendaglio da forca(potrei fare facile battuta fonologica ma mi astengo da schieramenti troppo volgari),possedere un buco vuoto sembra peggiore che avere qualcosa in più,qualcosa di tenero,liscio e tiepidino,qualcosa che si muove,si modifica,reagisce agli stimoli seppur minimi,un simpatico vermicello da compagnia è meglio di una piaghetta rosa maiale.
Un conto è fare pipì tronfi e dritti in piedi,produrre un bell'arco potene e coreografico senza neanche usare le mani,interrompendo solo per qualche istante i giochi all'aperto,un conto invece è doversi appartare,spogliare interamente,acquattarsi come se ci si vergognasse,bagnarsi mutandine e scarpe di vernice,cercare affannosamente un fazzolettino altrimenti si resta acquose e maleodoranti fino alla sera(lo sgrullìo non ci solleva affatto).
Al momento di urinare poi,i genitori fanno di tutto perchè nessuno ti guardi anche se hai cinque anni,mentre i maschi pisciano dappertutto,come animali che segnano il territorio con maestria.
Si insinua lento il dubbio che tu possegga qualcosa di sporco,sbagliato,troppo attraente.
E questo crea la preistoria del senso di colpa.
L'origine della donna.(abbiamo addirittura rubato una costola al poverino in mutande di fico...)
In giro senti le mamma ed i papà dei maschi che dicono a denti stretti ai loro figlioli:"non piangere non sei mica una femminuccia".
Inoltre ci educano subito a piacere agli altri,ad essere carina,bellina,graziosa,educata,silenziosa,ti insegnano a sederti per bene(è per male se una bambina non ha alcun problema a sedersi con le gambe divaricate mentre gioca spensierata?),ti pettinano e ti vestono in un modo scomodissimo,con calze strette,gonne corte,camicine con il pizzo che ti arriva sempre in bocca,ti regalano trucchini,perline,aspirapolveri e ferri da stiro in miniatura,tazzine di finta porcellana per il tè,ciabattine con tacchetti e pelo fucsia,se ti dice bene il mercato con i carciofi e le carote di plastica.
Ai maschi invece regalano sempre:la scatola dell'astrofisico nucleare,il fantastico chimico,le piste di legno e le macchine potenti,i soldati cazzuti,i puzzle spacca cervelli,i gormiti che salvano il pianeta.
Mentre i bambini corrono come cavalli selvaggi all'uscita di scuola,le bambine hanno paura di perdere le mollettine con gli strass che la mamma ha pagato una fortuna e che ce lo ricorda di sovente.
Ci insegnano a cambiare, a modificarci per essere accettate,mentre ai maschi si insegna che loro vanno bene così,basta solo che sviluppino la loro forza innata.
Una donna da grande, prova senso di colpa per ben tre quarti della propria vita, se sceglie fra la famiglia ed il lavoro,fra lo studio ed il matrimonio,fra lo stipendio ed i biberon.
Una donna,se è incinta e resta a casa per una gravidanza a rischio,astenendosi dal lavoro,si sente incolpare di sfruttamento della società alle spalle dei contribuenti(anche lei è una contribuente tra l'altro,nessuno se lo ricorda) e si sente dire: "bella la vita senza fare niente beata te".
E a voi:fare i test di gravidanza ogni mese sperando che vada tutto bene,fare prelievi del sangue, ecografie, visite odiose,pisciare continuamente,vomitarsi gli occhi,ingrassare di venti chili in nove mesi,avere paura di fumare,di bere, di ammalarsi,di mangiare qualcosa di sbagliato od infetto,avere paura di cadere o scivolare,o di prendere una pallonata al parco e fare del male al proprio bambino,avere minacce d'aborto,minacce di parto,non dormire mai,respirare con un masso sul diaframma,oppure fare inseminazioni che falliscono,punture che ti gonfiano come un maiale,controllarti la temperatura e l'ovulazione,aprirti la pancia con un cesareo,sfibrarti i genitali,sfondarti la schiena,cercare di dare un futuro alla società,coltivare una speranza per il domani..sembra una bella vita?davvero credete che questo sia non fare niente?
Le donne, quando tornano a lavoro dopo il parto si tirano il latte dal seno nella pausa pranzo e piangono di nascosto per aver lasciato a casa il piccolo di pochi mesi,le donne, se restano a casa dopo il parto perdono ogni contatto,buttano via studi e carriera,prendono il trenta per cento dello stipendio,tutte le colleghe le schifano e le additano come poco ambiziose,le donne si sentono in colpa quando nelle prime riunioni di lavoro dopo aver avuto figli,dimenticano l'ultimo test all'avanguardia sulla comprensione del linguaggio o quando le altre controllano quante volte chiama a casa per poi accusarla di eccessiva ansia od al contrario, di spiccato menefreghismo.(possibile che chiami sempre i tuoi figli?Possibile che non li chiami mai?)
Se sei una madre attenta soffochi i figli,se li lasci liberi sei una sciamannata,se pulisci casa sei frustrata e depressa,se non la pulisci sei una zozza tendente al suicidio,se prepari cibo biologico ai tuoi bambini sei una fissata fanatica,se gli compri gli omogeneizzati sei un'assassina,e poi giù tutti, escluso nessuno,che si sentono in diritto di giudicarti come madre apertissimamente:"ma che fai ancora l'allatti?" oppure:"ma che gli hai già tolto il latte,ma non sai quanto gli fa bene?"
"non gli dai il ciuccio?ma dagli il ciuccio,ma non lo sai che il ciuccio gli sfonda il palato?"
"ma non lo ninnare così lo vizi,ma non lo prendere in braccio sei pazza?"ma perchè non lo prendi in braccio sei un mostro?così non sentirà mai il contatto..."
"non lo devi coprire va bene che c'è vento ma è vento secco", "coprilo che gli fai venire la broncopolmonite non senti che umidità?..."
"ma basta parlare sempre di tuo figlio che mangia poco,basta con questa ansia che non cresce,che pesa come uno scricciolo magro, lascialo in pace","ma non vedi quanto è magro tuo figlio,ma lo fai mangiare?ma gli hai fatto i test delle intolleranze?"
Ai padri no.Ai padri nessuno dice niente,i padri fanno tenerezza se solo prendono fra le braccia i loro pargoli,i padri generano gioia,non si discutono,"già tanto che ci gioca con i bambini, beata te..."
Oh ma già tanto cosa?questi sono anche figli suoi,e perchè a lui non lo sgridate se non gli fa fare il ruttino e lo guardate con quello sguardo da cerva in amore?
Una donna-madre si sente in colpa se il figlio si ammala(di sottofondo le solite voci del coro popolare tipo sirene di Odisseo:"lo copri troppo,lo fai sudare,gli dai l'omeopatia scellerata,somministri troppi farmaci!)ma nessuno si congratula con loro se i figli non si ammalano e stanno benissimo.
Una donna mamma,se ha più di un figlio,vive il senso di colpa di trascurarne uno,teme di fare di meno rispetto a ciò che ha fatto per l'altro,e tutte per sollevarla le dicono:"certo che si vede che hai un debole per il primo/secondo eh,non lo negare dai".
Una donna si sente in colpa se si prende cura di sè perchè troppo effimera e spendacciona(con i soldi del rimmel ci compravi i pannolini)oppure se cura poco la sua immagine (ma tu non ti rispetti,non rispetti il tuo uomo,hai la depressione post partum?poi ha ragione lui se va in cerca di altre donne).
Una donna si sente in colpa se tradisce il proprio compagno anche se lui non la sfiora da anni o non le fa mai un complimento,oppure si sente in colpa se non si decide a farlo e tradisce se stessa ogni giorno.
Una donna si sente in colpa se accudisce troppo il proprio uomo perchè non è mica un bambino,e si sente in colpa se non lo fa perchè altrimenti le dicono che lo trascura.
Se un uomo è impotente la donna lo deve coccolare e sdrammatizzare,se una donna è frigida fa paura e va allontanata.
Se un uomo ce l'ha troppo piccolo l'importante è che ci sappia fare e che la donna non lo faccia sentire in difetto,se una donna ha le tette troppo piccole e mosce è meglio che faccia la plastica additiva altrimenti non è donna davvero.
Una donna,trova con difficoltà un segretario più giovane di vent'anni con il quale scappare e lasciare la famiglia,una donna si sente inadeguata come nuora se è carina con la suocera,perchè allora vuol dire che è falsa,o se è troppo riservata ed allora vuol dire che è stronza.
Una donna,da ragazza,appena si fidanza,vive il senso di colpa che le butta addosso suo padre girando per casa muto,deluso,"tradito".
Una donna si sente in difficoltà se chiede aiuto ed anche se non lo chiede,una donna viene giudicata facile se scherza con gli altri mentre gli uomini sono solo dei gran simpaticoni se fanno lo stesso,le donne sono circondate da significati sessuali,pervase di sesso,basta che una donna si vesta bene ed indossi i tacchi,perchè le sbavino e fischino dietro senza poter camminare tranquilla,se si copre troppo non la caga nessuno,se sceglie la carriera militare è lesbica,se va in televisione si è fatta trombare dal produttore,se entra in politica ha spompinato un senatore,se l'hanno violentata era scollata,se è nervosa vuol dire che non scopa,se per strada supera a destra è una troia mentre un uomo solo uno stronzo.
Perchè c'è da sempre questa amara ed avvilente connessione con il sesso quando si deve giudicare una donna?
Tirando le somme questa è certamente una vita difficile,fra tagli di capelli che non se ne accorge nessuno,vite da trapeziste sul filo teso dell'esistenza,cercando di essere ottime cuoche,mirabilanti amanti,brave donne di casa,ottime madri,lavoratrici competitive,grandi risparmiatrici,donne con qualcosa da dire,donne che leggono,studiano(ma non troppo),che si curano e si tirano a lucido,ma eccoci qui,incerte e melanconiche come la serata dell'otto marzo(non c'è cosa più triste secondo me),smarrite ed aggressive per le strade del mondo,stanche e nervose in casa ed a lavoro...insomma,ci credo che Freud sia morto cercando di sbrogliare il complesso di Elettra.
Con Edipo è stata una passeggiata.

mercoledì 19 gennaio 2011

Lidl ogni giorno è speso bene..."


La recessione spinta,mi ha catapultata verso l'acquisto in hard discount,pertanto il sabato mi reco da Lidl insieme a molti extracomunitari variopinti,tedeschi obesi,filippini allegri,romeni con i baffi,zingari incartapecoriti e bellissimi neri con spalle ad armadio a muro.
Da Lidl ci sono strane cose.Giuro.
Solo 9.89 euro per portarti a casa un set da manicure per gatte in amore,oppure vestiari dai nomi buffissimi come:camiciadora par mujeres(camicia da donna)a 7,79,od ancora escoladora para paninos a tre euro(scolapiatti per panini),sparatori di pop corn,rinverdenti per giardini,forbici per peri in fiore,cappelli per tagliatori di cespugli,polpettine di volatile(ma quale volatile?io voglio saper quale uccello metto in bocca:trattasi di quaglia,passerotto,colibrì,pettirosso,piccione,colombo,corbaccio,martinpesacatore?che roba eh?)
L'elenco continua ancora con wurstel che navigano in acque poco limpide,tronchi di marzapane,salame di tacchino,mortadella di pollo e lasagne di trofie al pesto.
Ci sono strani intrugli di sapori e spezie,incredibili profumi,carne da Kebab già kebabbata,pesce alla bordellais(un puttanaio),polipi equi e solidali,gamberi protetti e pescati con dolcezza,e senza traumi,tè in granuli e cappuccini in bustina,polli nudi e crudi,cavoletti di bruxells allo champagne di Vienna e cetrioli formato maxi(2 metri per tre).
Negli espositori di ferro trovi: zapatillas da casa a quattro euro(pantofole),frulladores para senora(centrifuga per signora),dvd dei Teletubbies in versione araba(lì Dipsy non è gay e non porta la borsetta sotto braccio),espuma para cabellos rebelde(spuma per capelli ricci),sapones para patatas vivacies(lascio a voi capirne il contenuto, scaldatori di acque,vaporizzatori per talloni induriti,massaggiatori di alluci valghi,stimolatori tiroidei,zoccoli olandesi,calzini antistress,cuscini ai fanghi del mar morto(un nome un destino),bulbi di giacinto che secernono perle dure,pasta sfoglia senza grassi e senza sfoglia,confetti ricoperti di cioccolata e curry,latte senza lattosio,burro senza colesterolo,pasta senza fagioli,fagioli senza scorregge..
Insomma,con trenta euro da Lidl,ti porti via una busta de stronzatas,davvero divertenti però!
Provare per credere...

venerdì 14 gennaio 2011

"Elementari smarrimenti..."


Brandelli di conversazioni aventi come oratore unico,mio figlio,quello grosso,come si dice a Roma.

"Mamma,ho paura delle maestre"
"Ma scherzi tesoro,le tue maestre sono dolcissime,du' babbbà"
"Ma no mamma,non capisci proprio niente,mica quelle dei piccoli,quelle delle elementari"


"Mamma,non voglio andare alle elementari"
"Ma perchè mai scrocchiazeppi secco n'chiodo?le elementari sono un'avventura bellissima"
"perchè se io vado alle elementari,non sono più piccolo,cresco,voi invecchiate e poi subito morite"
"Amore,non è così rapida la storia"
"si,tu e papà morite e poi chi me lo dice che rinasco sempre vostro figlio?"
"te lo dico io"
"a te chi te lo ha detto?"
"me lo dice il mio cuore..."
"io ho paura che il tuo cuore ha capito il contrario..."

"Mamma,perchè dici alle altre mamme che non hai ancora deciso a quale scuola elementare andrò?perchè dici che devi ancora scegliere le maestre?"
"Perchè le elementari sono un percorso importantissimo nella vita di un bambino e non voglio sbagliare,vorrei scegliere molto bene quelle che diventeranno le tue maestre"
"Ma come fai a sceglierle,che stanno dentro ad una gabbietta?"


"Sai Filippopo,che Mammomo tra un pò andrà alle elementari?ma non adesso subito,non ti preoccupare..."
"Mammomo,ah"
"Si,Mammomo tuo andrà alle elementari tra un pò,hai capito bene,ma non subito subito,adesso non sà ancora la strada..."

martedì 11 gennaio 2011

"Un lavoro nuovo..."

Ho selezionato una lista di lavori che amerei fare in alternativa al mio,che ancora amo ma che necessita di alcune novità di tanto in tanto,leggete e fatemi sapere se siete in grado di offrirmi un'occasione per svolgerli:

-la scrittrice di nicchia (che guadagna come la scrittrice di best-sellers)

-L'attrice drammatica o comica

-La coltivatrice di orti

-L'allestitrice di antipasti

-La spremitrice di arance tarocco sul golfo di Palermo

-La cantante di ninne nanne

-L'essiccatrice di pomodori a Ostuni

-La cubista del Piper

-La leggitrice di fiabe

-La montatrice di filmini in super otto con colonna sonora

-La decoratrice di prodotti da forno

-La bollitrice di taralli nella masseria di Cisternino

-La creatrice di maglioni di lana cotta

-L'addobbatrice di alberi di Natale

-La stilista di canovacci

-La testarice di nuovi profumi

-La pittrice impressionista (mi impressiono facilmente)

-La regalatrice di regali per conto terzi (adoro fare i regali,pertanto verrei in soccorso di chi odia acquistare doni per gli altri)

-La fotografa astratta

-La fotografa di nudi maschili concreti

-La preparatrice di brodi vegetali e formaggino

-La direttrice-assaggiatrice di una sala da thè e biscotti

-La doppiatrice di cartoni animati

-L'organizzatrice di merende per bambini con pane burro e marmellata

-La guardia forestale in Trentino

-L'inviata di Mela Verde

-L'insegnante di Yoga

-La bellerina di contact improvisation

-La stagionatrice di caci (da non confondersi con la spigolatrice di Sapri)

-L'abitante fricchettona di Calcata

-La creatrice di gioielli con pietre dure

-L'acconciatrice di bambole

-La levatrice nei paesi non industrializzati

-L'assistente all'allattamento

-La consulente di coppie felici(per scoprire come diavolo fanno)

-La moderatrice di litigate

-La confidente sessuologa

-L'allevatrice di canguri in Australia

-La copritrice di persone infreddolite

-Quella che viene massaggiata ad "Uno Mattina"

-la giudice di X Factor

-La rimboccatrice di coperte

-La venditrice di fusaie al sale

-La voce più intima della radio italiana

-La commentatrice di libri

-La critica cinematografica

-La parrucchiera di Lory Del Santo(così la pianta di andare in giro conciata a quella maniera)

-L'accoglitrice di ospiti

-La confezionatrice di marmellate

-La raccoglitrice di mele,castagne,funghi e frutti di bosco

-L'organizzatrice di pic nic sul lago

-La massaggiatrice personale di Massimiliano Rosolino

-La pasticcera specializzata in torte di mele,pere e cioccolata,arance candite

-La suggeritrice di sogni(per chi ne è sprovvisto)

-L'arredatrice di case

-La gonfiatrice di palloncini colorati

-L'intervistatrice di quelli che mi piacciono

-La creatrice di candele profumate

-La preparatrice di caffè caldo la domenica mattina

-La pulitrice di cantine e soffitte d'epoca

-La pianista sull'Adriatico

-La suonatrice di lira(attualmente non ho una lira ma potrei procurarmela,spero)

-la pugilatrice

-La pescatrice di tonni a Stromboli

-La tifatrice di atleti in crisi

-La suonatrice di campana tibetana

-La proprietaria di un immenso negozio di intimo momentaneamente chiuso al pubblico

-La titolare di una libreria a Nottingh Hill

-La coccolatrice di bimbi tristi

-La preparatrice di sorprese

-La venditrice di confetti

-La spazzacamini

-La ricamatrice di tombolo sui gradini di Scanno

Se anche non foste in grado di offrirmi uno di questi lavori,vi prego,avvertite almeno Massimiliano!

venerdì 7 gennaio 2011

Io in:"Anche oggi..."

Anche oggi...

Ho mangiato troppo
Non ho letto i miei amati libri
non ho messo la crema idratante sui talloni
non ho creato un raccoglitore per le buste paga
non ho riordinato le migliaia di foto digitali dei bambini per poterle stampare
non ho cucito nè attaccato i bottoni a quei vestiti riposti nell'armadio in attesa di pronto intervento
non ho tolto le ragnatale sopra al boiler
non ho fatto lo scrub ai gomiti
non ho organizzato le ricevute dei pagamenti del condominio
non ho praticato lo yoga che mi fa tanto bene
non ho bevuto tre litri di acqua
ho perso la pazienza con i bambini
ho sofferto tanto con la schiena
non ho corretto la mia postura da tartaruga ninja versione sovrappeso
non ho messo l'olio di mandorle dolci sul seno
non ho ricamato canovacci
ho cucinato troppo velocemente
non ho chiamato le mie amiche
non ho vinto il nobel per la scrittura
nessuno,al di sopra dei quattro anni,mi ha baciata
non ho imparato a suonare uno strumento musicale
non ho ballato
nessuno mi ha abbracciata
Feltrinelli non mi ha proposto un contratto ventennale
non ho ricevuto un massaggio ayurvedico-emozionale
non ho perso venti chili,anzi li ho ritrovati tutti,nessuno escluso
non ho studiato ciò che mi interessa ed appassiona
non ho camminato almeno mezz'ora a passo spedito
non ho respirato aria di montagna
non ho fatto gli addominali
non ho fatto la manicure,nè accurata nè trascurata
non ho capito come fa a funzionare il phon od il frigorifero o come si incide la musica su un cd di plastica
non ho giocato alle costruzioni con Giacomo
ho dimenticato di dare le vitamine a Filippo
ho speso troppo per gli acquisti alimentari
non ho acquistato un bite antibruxismo,pertanto bruxerò anche stanotte
non ho trattato bene la mia cervicale
non mi sono fatta operare la pancia
non ho adottato un bambino a distanza
non ho imparato parole nuove
non ho temperato le matite per il trucco
non ho spolverato la libreria
non ho ascoltato la musica che mi piace tanto
non ho riordinato la borsa nella quale vivono ormai svariati e sconosciuti microorganismi,probabilmente molto nocivi per la salute
non ho scritto la sceneggiatura del mio film segreto
non ho fatto i casting per Holliwood
non ho sbucciato le patate che conservo sopra la credenza
non ho scritto il romanzo della mia vita
non ho imparato a fare il decupage
non ho trascritto sull'agenda di carta,la rubrica del cellulare
non ho vinto al lotto
non ho fatto aggiustare la telecamera e l'aspiratore cento gradi
non ho reimpostato la corretta respirazione diaframmatica
ho mangiato troppi troppi carboidrati
ho dormito davvero poco
non mi sono reiscritta all'università: lettere con indirizzo arte e spettacolo
non ho fatto quella riunione familiare che ho in testa da mesi
non sono andata a trovare zio Pasqualino tutto solo
non ho preso un tè con la mia amica Manuela
non ho fatto la pulizia dei denti dal dentista
non ho fatto la giusta prevenzione al colesterolo ed ai trigliceridi alti
non ho trovato la corretta elasticità articolare
non ho letto il quotidiano
non sono andata a teatro nè ad un concerto
non ho rispedito in Belgio la poltrona shiatsu per farla riparare
non ho lucidato l'argenteria

A parte l'argenteria che non possiedo,il resto,vi assicuro che sarebbe stato indispensabile.

lunedì 3 gennaio 2011

Io in:"Mo' ve butto tutto..."


E' successo anche a me.
Proprio all'inizio di questo 2011,oggi,mi trovo costretta a fare outing.
Quasi non ci credo.
Successo questo,ho la strada spianata verso i mocassini marron,i capelli corti e gonfi,la tinta mogano,le calze color castoro e la dentiera.
Detto questo,ho guadagnato lo status di vecchio genitore rompiballe.
E' accaduto due giorni fa ed ancora non mi sono ripresa.
Stavo navigando nel mare magnum dei miliardi di giocattoli,di libri pop-up scoppiati,di cuscini schiacciati,di panini alla marmellata spiaccicati sul piumone del letto,aspiravo il pavimento e sbrogliavo il tappeto dai vari personaggi che popolano il mondo ludico maschile,gente tipo:lo sceriffo Woody,il palombaro dei playmobil,il gormita dell'acqua marcia,il destriero di "fuggo lontano via- piede veloce-nessuno me pia",il robot sonoro "sapientino si nun la sai sei un cretino" e lo dico,improvvisamente lo dico tutto d'un fiato,senza neanche accorgermene, assumo quel tono alto ed esasperato,mi sollevo dritta sul folletto aspira tutto,mi poggio una mano sul fianco e tronfia dichiaro:"mo' ve' butto tutto!"
E' successo anche a me.Prima di me accadde a mio padre,prima di mio padre a mio nonno,accadde a mia madre e prima di lei a sua nonna e così via...
Non ho più via di scampo.Aiuto.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box