Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Il triste caso di papà Pig

Immagine
Il padre di Peppa Pig è un poveraccio.
Il padre di Peppa, chiamato papà Pig, è grasso, goffo, con la barba rada ed incolta, pigro ed un pò sfigato.
Peppa, sua madre, il secondogenito quasi muto detto George, gli amici, i suoceri, i genitori, tutti lo deridono.

Papà Pig viene costantemente umiliato, lo trattano tutti come un imbecille, si incastra nelle case sugli alberi, tutti lo tacciano di pinguedine (che per un maiale non è una bella cosa)sfascia la barca del suocero, sbaglia sempre strada, si vanta di saper montare la tenda al campeggio mentre poi si impicca e lo salva la moglie ingioiellata che riesce a costruirla in dieci minuti.

Papà Pig attacca le frittelle sui soffitti, cammina pesantemente, non sà giocare a calcio e se ci va, ce lo mandano con una ridicola maglietta rosa stinta.
Peppa Pig lo deride, gli dice costantemente:"sciocchino papà, stupidino papà, tu sei grasso papà, tu non ci riesci papà.."

Tutta la famiglia Pig ride bellamente di questo pover'uomo, s…

Il brutto

Immagine
Il brutto l'ho visto subito.
Il brutto colpisce come un calcio sui denti, uno schiaffo inaspettato, una crepa nel muro, uno scherzo di cattivo gusto.
Il brutto è brutto, non si discute.
Il bello può essere discutibile, sul concetto di bello ci si può confrontare, scambiarsi opinioni, il brutto è brutto punto e basta.

-Le unghie con lo smalto scheggiato
-le vene varicose
-gli infissi in ossidal
-i leggins su cosce da rugbista
-le calze smagliate
-le pancere
-i reggiseni da allattamento
-la diarrea
-i denti gialli
-i pannolini sporchi sulla riva del lago
-le cravatte fiorate
-le scarpe lucide da uomo
-le scarpe lucide da donna
-Renato Brunetta e Domenico Scilipoti, per i quali l'ultima motivazione è quella estetica
-gli spazzolini da denti con le setole spalancate e secche
-il novanta per cento delle pantofole
-i profumi di Renato Balestra presi dal tabaccaio
- il packaging dei prodotti di Renato Balestra
-certi tappetini comprati al mercato, quelli con i girasoli spampanati c…

La bellezza

Immagine
Non credo di averci fatto troppo caso finora.
Non ci prestavo granchè attenzione, né su di me, né fuori di me.
Giravo per il mondo (purtroppo un piccolo pezzo di mondo)con degli improbabili sandali con annesso calzino bianco, capelli fuori controllo, maglioni infeltriti da uomo extra large, scarponi sbucciati, vestitoni che piombavano nelle pozzanghere e nei fossi che incontravo.
Non ho mai avuto gioielli, né li ho in nessun modo desiderati, non ho mai posseduto fazzoletti, ombrelli, orologi.
Non ho mai valutato l'estetica, la bellezza di qualcosa, mi pare di aver osservato per anni, esclusivamente le persone, i loro gesti, fatto attenzione solamente alle parole ed agli sguardi che gli altri si scambiavano.
Per quasi una vita non ho cercato la bellezza, ero storta, scoordinata e dinoccolata.
Per quasi una vita sono stata distratta, stropicciata, trasandata e "triviale" come mi diceva mia nonna.
Per quasi una vita mi sembrava tutto raggiungibile se solo avessi vissuto co…