venerdì 27 marzo 2009

La bionda in "Life on Mars"


Ebbene si,stasera cambia luna..e tu potresti partorire..potrebbe squillare il telefono e potrei vestirmi di corsa,svegliare Cami,infagottarla e scendere di corsa le scale,e venire a vedere mio nipote che viene al mondo.
Chissà.
Intanto in preda a quei giorni che qualche decelebrata disegna con palloncini rossi,ingurgito una tavoletta di ciocc...aaah no,peccarità..sono a dieta! (no,Doc,non ho mangiato cioccolata..giammai!)
Inizio a credere che dovrei aprirmi un blog dove nessuno mi conosce,perchè qui,sapendo che leggono mamme,zii,uomini,sorelle,fratelli di amici,ex mariti mogli e chi più ne ha più ne metta,io cosi libera di dire la mia..non è che lo sono sempre..
Capirai,sono taaanto moderna,cosi estroversa,parlo di catzi e matzi senza vergogna alcuna,ma certi cazzarelli mia,no!Non li dico a niuno mai,me li tengo strettini strettini e mi ci crogiolo nel più patetico dei piagnistei.

Stasera sto ascoltando,da circa un'ora,la stessa canzone..c'è vita su marte mi chiede David Bowie,con un occhio dalla pupilla visibilmente dilatata,come il mio astigmatismo,e l'altra ridotta ad essere uno spillo,come solo la cocaina sa fare.
Poteri del duca bianco berlinese.Poteri da Rock star.

E a proposito di rock-star..

..Non vorrei morire prima di aver avuto,e aver cantato,nella successione,in una cover band dei Beatles e dei Genesis,aver imparato a suonare contemporaneamente basso-chitarra-batteria in Dazed and Confused dei Led Zeppelin,aver tenuto un concerto cantando l'intero repertorio di Janis Joplin,ricostruirmi la pancia allo stato pre-parto,essere andata dal Dalai Lama e godermi la sua mano sulla mia testa,essermi ricomprata il furgoncino della Wolkswagen (il mio povero Bartolomeo),aver cantato su un palco come facevo davanti ai poster col bastone per prendere le stampelle dall'armadio,aver scoperto una pasticca che ti fa mangiar tutto mentre ti rende una gran gnocca,aver fatto altri 3 o 4 figli..con lo stesso uomo possibilmente,belli e intelligenti come le mie due bestiole,sposarmi di nuovo ma come si deve stavolta,vedere mia madre e mio padre che ci salutano salendo su un aereo,fare due chiacchiere con Obama,diventare un jedi e allenarmi con Obi Uan Kenobi,aver assaggiato tutti i the che esistono al mondo,aver preso la patente,aprire la finestra e gridare questaaaa è casa miaaaaaa,avere un giardino,visitare la casa di Monet a Giverny,aver scritto un autobiografia,aver visto chi vince ad X-factor e sapere se Doc resterà con me per sempre.


Ora vado che la tisana della serenità mi aspetta.
Parti buoni per tutti.

mercoledì 25 marzo 2009

La Mora in:"L'importante è vincere..."







Ieri sera,durante una mesta cena con fiatone,mio figlio ha profferito tal frase:"domani non voglio andare a scuola perchè c'è lo sport ed io perdo sempre..."



Cosa cosa?



Tre anni e mezzo e vive già la frustrazione di perdere?come è possibile?io e suo padre siamo stati paranoici su questo concetto chiave dell'esistenza:la cosa importante è divertirsi,godersi il gioco,la vita non è una gara,chissenefrega se si perde,l'importante è partecipare..."e via così.



Tuttavia qualcosa deve essere andato storto,in qualche maniera al di là delle nostre parole,hanno agito i miei geni.



Eh già, si da il caso che io odi perdere,e quel che è peggio adoro vincere,ho un'insana attrazione per il gol,il taglio del traguardo,il canestro,il centro con le freccette,lo strike,il ko,la volata,il superamento in curva,la coppa,la medaglia,il podio,la Vittoria.



Sbavo al solo pensiero di un punto vinto a tennis,dopo una meravigliosa schiacciata od un rovescio a due mani con tanto di urletto orgasmico.



So io quante racchette ho lanciato per terra per un punto perso,completamente rapita da sensazioni poco sportive,lontanissime dal fair play,quanto ho pianto ed urlato per aver perso e masticato parolacce e sputi.



Che brutta persona che sono,davvero una pessima ragazza,insieme alla guanina-timina-adenina,devo aver trasmesso geneticamente al mio piccolo nanetto,anche la voglia-di-vittorina.



Quando guardo qualcuno alzare la braccia,una volta oltrepassato il traguardo,dopo anni di allenamento silenzioso,piango.



Adoro essere il numero uno,the champion of the world,la prima,il numero dieci nel calcio,il fuoriclasse;la filosofia all' Oriali mi deprime.



Odio una vita da mediano.



Con calma,la sera nel letto,racconto a Giacomo,che il vero campione è colui che gode del proprio corpo sudato e stanco,dei propri piedi stretti nelle scarpe da ginnastica,del vento fra i capelli,della fatica,della sensazione della gara e del superamento del limite,gli dico che il campione non è colui che vince ma chiunque si diverta facendo il proprio amato sport.



Gli racconto che suo padre è il campione più grande che esista perchè spesso perdeva ma tornava sempre a correre senza fermarsi mai.



Credo di essere stata convincente e profonda,faccio per alzarmi ma lui mi richiama dopo avermi ascoltata con gli occhi sgranati e mi dice in un soffio:"si va bene mamma ma io domani non ci voglio andare a sport".



Sai che c'è?c'è che i figli imparano più da una espressione del volto,da una contrazione di un muscolo,da un sorriso od una reazione emotiva, che da tante belle parole.



Ovviamente stamattina l'ho accompagnato a scuola lo stesso,nonostante lui si impuntasse come un asino(non portarlo sarebbe stato davvero diseducativo) ed ho urlato alla maestra:"la finite di mettere mio figlio contro i grandi del terzo anno?e quando mi vince così?è chiaro che me lo battono no?"









P.S.



No Filippito di mamma,mi chiedevo solo se per caso non preferiresti stare comodamente sdraiato nella carrozzina nuova di zecca che ti ha regalato Santina,contornato da lenzuola lisce e profumate di lavanda,o respirare l'aria fresca di questa nuova primavera,piuttosto che stare accovacciato con le ginocchia in bocca circondato dai miei intestini compressi,immerso in quell'acquetta tiepidina e stantia(nove mesi di erogazione continua,non senti l'esigenza di cambiare la boccia come i pesci rossi?),non preferiresti scalciare sul lettone morbido,piuttosto che urtare continuamente la mia vescica stropicciata ed il mio diaframma spappolato?non preferiresti tesoruccio mio?



Io preferirei sai?ma tanto tanto...






Buon sole limpido a tutti.






martedì 24 marzo 2009

La Mora in:"Grande scoop:trovata fotografia delle sorelle mora e bionda insieme!"




Innegabile,siamo proprio noi circa nove mesi fa,io ero incinta da 15 giorni e trentatrè minuti primi,tu,in versione montanara spinta.


L'altra foto più nutrita è quella che ritrae la tribù da noi generata al completo (per quel momento storico),ora manca Fil-pippetto di mamma che se non esci ti faccio circondare e stanare con i lacrimogeni.Fuori fuori!


Chissà come verremo nella prossima foto quando ci sarà uno in più con noi.


Certo,che a guardarci così ,di primo acchitto,verrebbe voglia di fare una femminuccia per pareggiare un pò i conti,ma non sò perchè,qualcosa mi dice che stavolta mi chiamo fuori...


Baci a tutti e vi prego,non mi dite come ormai fa chiunque:"oh allora?ancora così?e come mai?"e come mai una cippa lippa.


Così è se vi pare.

venerdì 20 marzo 2009

La Mora in:"Post del post compleanno..."



Ebbene non racconterò della mia disfunzione della sinfisi pubica sopraggiunta giorni fa(praticamente i legamenti pubici si sono slegati dalla loro sede fondando una succursale abusiva non meglio identificata,il mio pube vaga per il mondo senza più legami che tengano)con annessi dolori allucinanti che accompagnano qualunque atto motorio io tenti di compiere, anche fra i più innocenti:tipo girarsi nel letto,mettersi in piedi,sfilarsi od infilarsi i pantaloni,entrare in macchina,(impossibile inoltre, stare seduta)...


Non racconterò neppure dell'infiammazione del nervo ischiatico(patologia volgarmente detta"ciòlasciatica")che mi ha fatto piangere realmente per mezza serata e trascinarmi in giro per giorni come una zoppa inconsolabile,(impossibile stare sdraiata ed in piedi).


Non racconterò che ho praticamente terminato le posture possibili per vivere e pertanto compio degli ibridi molto simpatici alla vista altrui:mezze posizioni sedute e coricate da un lato con accavallamento della gamba sottostante su decubito semilaterale.


Non racconterò della cera integrale che mi sono fatta praticare in tutta la zona vaginale e perineale,del dolore immenso che tale barbara pratica mi ha procurato lasciandomi una sola,sottilissima striscia di Gaza(tanto tra poco quella sarà terra di guerra e dolore)e del sangue e del gonfiore consolati con ghiaccio e crema antibiotica applicata in mezzo al salone di Santina.


No,non racconterò questo,altrimenti tu e la siciliana nordica mi paragonate ingiustamente ad Onder o a Patty Pravo(io almeno non parlo in sanscrito antico effetto cecio in bocca,permettete?)no non cadrò nella trappola del piagnisteo gravidico.


Stavolta racconterò del mio meraviglioso compleanno,all'inizio del quale ho trovato Marco in salone(si è preso un giorno di ferie per festeggiarmi!lui che non manca mai a lavoro,neanche con la broncopolmonite galoppante)munito di cornetti caldi e mega azalea screziata di colore indefinibile,splendida,un sole generoso ed il proposito di raggiungere il mare,tutti e tre e mezzo,per mangiare insieme e passeggiare un pò.


Ebbene è stata una giornata meravigliosa,un pò di vento,la sabbia nera,Giaco che disegnava a riva con il bastone, un sole enorme con tanti raggi e Marco che ci scriveva accanto: "tanti auguri mamma sua",con quella scrittura mancina ed instabile che si ritrova.


Al rientro tutti sul lettone a farci coccole e solletico,questo è stato veramente troppo,ho controllato che Marco non avesse segni di lobotomia recente in zona nucale.


Una torta con 34 candeline sopra,un nuovo libro,una collana lilla,un pallone per rimettere a posto la mia schiena(che mi hai regalato tu sorellona in fase di depurazione fisica e spirituale)un porta cellulare di Jeans ed un ottimo Mont Blanc,tutto per me.


Cosa dire?sarò una donna semplice e poco ambiziosa,ma questo è stato uno dei compleanni più belli della mia vita,alla faccia della lombo-pubo-sciatalgia incrociata.





P.S.


Domani entrerò in ospedale per vedere se è il caso di indurre il parto,vista l'ormai raggiunta trentottesima settimana di gestazione(che culo ragazzi,mi pare d'aver scalato il K2)nonchè il degrado fisico più totale.
Quella nella foto è la mia faccia se solo ripenso a cosa significhi travagliare.

Pensatemi e sostenetemi con forza.

Dai Fil,corri che altrimenti la mamma si disintegra,è tutto pronto,manchi solo tu!






Vostra grassona balenottera con il fiatone.

lunedì 16 marzo 2009

La bionda in "Trasformazione"



Umore molesto.
Fughe veloci dalla calma serenità al nervoso incoscente.
Salti felini nel nodo in gola.
Mangiare mentre ci si maledice.
Rendersi conto nello specchio che ci sono cose che non vanno,e che non vanno proprio.
Sentirsi grasse,gonfie,brutte,unte,sporche,puzzolenti e stronzissime.

..Ah si,non è una crisi d'identità..è il mio ciclo mestruale alle porte.
Mica bussa,sto maleducato..no,lui irrompe,si siede a tavola,mi entra dentro tipo l'esorcista e gli occhi mi si girano a palle indietro.
Che bella la primavera,se solo pesassi mille chilogrammi di meno!

Adesso sprofondo il viso in una camomilla modificata,quasi quasi apro l'acqua calda e mi ci affogo dentro,mi infilo un bastoncino d'incenso nell'orecchio,reggo du candele coi piedi e tento il tutto per tutto col training autogeno.
E pensare che ho letto che c'ho la luna in sagittario,e che sto un gran bene,che sul lavoro esercito un vero fascino..
Fascino??A chi,alla pezzetta con cui strofino amabilmente la macchina del gas??Alla lucina romantica e retrò della cappa accesa che lascia la penombra in cucina mentre io stiro come na pòraccia??
Sarà fascino..a me sembrava solo sfiga.
Sfiga di una wedding planner disoccupata!

Però,visto che non è tutto schifo ciò che vivo,ieri ce ne siamo andati bel belli a Calcata,col sole,le cascatelle,il buon cibo,le risate e discorsi psicopatici di noi.
Bella giornata,il flauto traverso,i discorsi monotematici sui King Crimson e i Floyd prima maniera,massime di vita snocciolate seduti sulle mura del paese.Foto d'autore,negozi nelle grotte coi passaggi su cerchi di legno immersi nell'acqua,una vita che mi somiglia di più e sorsi di libertà.
Ma la sera c'è stata la rivincita.
Il decadimento di Simona.La conferma.La triste realtà.
Erano due mesi che avevamo preso sti biglietti,il concerto di qui,il concerto di li..
Ed eccoci che arriva sto fatidico giorno.
Steve Hackett,chitarrista dei Genesis,fra poche ore si sarebbe trovato a distanze ravvicinate dalla mia psicopatia,e con quelle mani medievali,mi avrebbe suonato Horizon's.
Ma Steve è arrivato dopo la giornata alle cascate,dopo il camminare,dopo il traffico sul raccordo.
Ed io...mi sarei data na chiodata pur di non andare.
andai,che c'ho na reputaziona da mantenere..e abituata ai miei vecchiacci,contavo di sentirmi il concerto pacatamente seduta ad un tavolino sorseggiando un gingerino,alla vecchia maniera.
Invece..tadààààààn!
Nà massa di gente impediva persino l'avvicinarsi al sottopalco,una volta avrei sgomitato e mi sarei piazzata coi gomiti sotto le gambe del cantante ignara del resto del mondo.
Umhhh..è in piedi,merda.
Vabè,me ne farò una ragione.due chiacchiere con gli amici,individuazione posto perfetto,collocazione.
Sto proprio di lato,attaccata alla scaletta che porta al palco.Vedo tutto.Benissimo.
Il buttafuori è un tipo tranquillo,e poi stavolta sono diventata brava..mica faccio scenate!
Appena si spengono le prime luci,il mio esile buttafuori si scansa,e come un eclissi,mi si impalla il palco.Vedo nero.
Mi starò sentendo male..umhh..no,ha dato il posto al suo collega..tale "armadio a muro 4 stagioni".Non vedo più una ceppa.
Attraverso movimenti ginnici trovo un'inclinazione del cranio che a breve termine non mi provocherà danni alla spina dorsale,almeno spero,e via.Inizia.
Premetto che io ero li,perchè volevo solo 3 pezzi,il solito contentino che si da ai fan irriducibili dei Genesis periodo Peter Gabriel.E per uno dei suoi album solisti.il resto della carriera di Hackett mi era oscuro.
Ho fatto il biglietto sulla fiducia.Ha delle mani d'oro.

Ma la vita me lo aveva già insegnato che le opinioni sulla fiducia sono meno attendibili dei sondaggi di Berlusconi,fatto sta che se togliamo quelle 3 o 4 perle rare che mi hanno scosso l'anima fino a dentro dentro..io mi sono fatta due palle grosse quanto il lago Trasimeno.

E per oggi mi fermo qui che c'avrei altri due o tre concetti ma vi vedo affaticati quindi sospendo la seduta.

Ah,i capelli di Steve Hackett,cara sorella gravida,sono l'esatta metà fra quelli di Doc e quelli di Silvan,il mago.


Soldi e lavoro pè tutti.

mercoledì 11 marzo 2009

La bionda in "Chitty Chitty bang bang"


Madonnamiasantissima,cosa non sono quelle foto!
Che amarezza,esclamava lei.
Ma le dobbiamo proprio mettere le foto personali e oltretutto autoscattate con gli occhi spiritati e l'armadio dietro che gli si è staccata pure un'anta?
Non possiamo proprio evitare?
Mantenere un'aura di riserbo per le nostre vite reali?
Mi sa di no,con una sorella cosi no.


Mi sembra sia diventato il blog delle donne incinte,tipo "medicina33 on line",te manca solo la chierica di Luciano Onder..perchè la vèrve frizzante che ispirano i vostri discorsi è uguale!

Comunque nel frattempo che a te vengono e vanno tragedie mediche e complicazioni da dottor House,sembra che qui,sia sbocciata la primavera,con quegli attimi di incupimento cieloso tipici di Marzo ma insomma,a me me friccica il naso.E ciò è buono.

Ieri sera,tutti e 4 i componenti di questa sconclusionata famiglia si sono addivanati per la visione di,come cita il titolo,Chitty chitty bang bang.
Classico dei film da positività del passato,da situazioni che si sistemano felicemente,un pizzico di psichedelica fantasia Disneyana,costumi da farmi venire la bava alla bocca e scenografie meravigliose.E sono smepre questi momenti di grossa serenità,a darmi l'energia di svegliarmi la mattina senza sprofondare nella consapevolezza di questa disoccupazione senza fondo..Insomma..come al solito me la cavo.Con stile.

Ci sarebbero molte e tante cose da aggiungere,ma la verità è che sto scrivendo per smettere di vedere,appena apro il blog,la tua sottoveste trasparente!

Caramelle che fischiano per tutti!

martedì 10 marzo 2009

La Mora in:"Conto alla rovescia..."




E meno dieci,nove,otto...


Ebbene,per non perdere l'allenamento all'ansia tachicardica che ha caratterizzato questa strana gravidanza,ieri hanno trovato delle proteine nelle mie urine paglierine(la declinazione dell'ine!)non sò chi ce le abbia messe dal momento che mangio solo cose con la P tipo pane pizza pasta patate(praticamente un abbonamento annuale al grasso puro)e perciò mi sto recando meco in ospedale con valigia, ciabatte, deodorante, immagini cruente impresse nella retina, di parti in acqua e liane per favorire la discesa lungo il mio utero,di quel pargolo recaciltrante che mi porto appresso da nove mesi.


Non si sa cosa accadrà,potrebbero anche rimandarmi a casa,ma ormai è questione di ore e mi ritroverò con un marmocchio miagolante fra le braccia(se Dio vuole diceva sempre nonna Elena)e volete sapere come mi sento?


Farò un breve riassunto:stanca,eccitata,fragile,dolorante,instabile,una roccia granitica,piena di sensazioni positive,zeppa di paure per il mio bambino,per il mio cuore,per il mio autocontrollo,per il dolore che arriva da un momento all'altro e si fa subito odiare,terrore di non farcela,certezza che andrà tutto a meraviglia ed altre mille sfumature contrapposte e divergenti.


Bella la testa di una donna,non trovate?Semplice e leggera direi.


Quanta confusione e coraggio tutti insieme,difficile stare accanto ad una testa così(anche se c'è chi non ci prova per niente,vero Marchino?)


Allora,adesso mi alzerò,inforcherò la mia valigia per partire per un altro incredibile viaggio verso la nascita ed una nuova maternità.


Vacillerò un pò su questo bacino a pressione e cercherò di dare il meglio di me,nelle prossime ore,spero di poter conservare un pò di energie,spero che il mio bimbo stia benissimo,che pianga subito,che gradisca il mio latte(senza ingorghi stavolta,che di Giacomo avevo seni ingorgati come la tangenziale nell'ora di punta),spero che Giacomo possa stringerlo presto,che Marco mi resti accanto sempre e con un pò di dolcezza e comprensione.


Giuro che stavolta comincio gli esercizi per gli addominali già dal giorno dopo il lieto evento.


Voi ci credete?


Ho messo le foto del pancione di circa 15 giorni fa,per permettervi un'analisi accurata della sua evoluzione rispetto alle foto di settembre e di dicembre.


Visto come cambiano le cose in poco tempo?


Saprete mie\nostre notizie nei prossimi giorni,mi viene da pensare a quella frase dei film quando la levatrice chiedeva risoluta: acqua calda(ma pe'fa'che?)asciugamani e lenzuola pulite e poi annunciava al padre fumante sigaro in corridoio:"madre e bambino stanno divinamente..."


oddio forse mi sono sbagliata,questa era la battuta della governante della carica dei 101,quando Peggy sforna ben 11 cuccioli in una botta sola!


Baci gonfi di progesterone e proteine misteriose...


Tifate un pò per me.


Dedico al piccolo Filipito in arrivo, "Stay" degli U2.

giovedì 5 marzo 2009

La Mora in:"Corazon Espinado"


Pardon ma non ho connessione internet a casa e non so perchè,pare si sia fritto il modem e va bene che l'Artusi diceva che fritta è buona anche una ciabatta,ma del modem neanche l'ombra(tra parentesi,la ciabatta funziona).
Perciò scrivo appoggiata al pc altrui per pochi secondi,giusto il tempo di dire che el mi corazon esta malado.
Trovato grave prolasso della valvola mitralica nel mio cuore battente,tachicardico ea aritmico pertanto soffro in silenzio e forse farò una dipartita di quelle melodrammatiche con mano al petto e dolore atroce con grave senso di colpa di chi mi avrà procurato la morte facendomi arrabbiare.
Il parto si avvicina a grandi falcate ed il bacino sembra divaricarsi come il mar Rosso in tempi sospetti,mi tira certe schicchere che non respiro.
per il resto,tutto bene,una figata.
Adesso vi bacio con poca enfasi altrimenti vado in aritmia spinta e non è cosa bella.
Baci la Mora cardiopatica antipatica.

lunedì 2 marzo 2009

La bionda in "giallo mais"


Eccoci entrati nel pieno ventre di Marzo pazzerello,che è iniziato con un sole caldo caldo e già oggi..è di nuovo uggia..
Ma l'importante sono le avvisaglie che da questo inverno s ene uscirà..malconci ma vivi.
Giallo mais,la tinteggiatura che ho sulle mani,e forse fra i capelli,da poco finita di dare sul muro della cucina,che accoglierà nuovi mobili (forse..qui la mia vita non è mai certa,e la cucina che doveva arrivare domani,mi è appena stato detto che non arriverà più..io la mia l'ho già data via però...mumble mumble..),giallo i miei capelli,e gialle le magliette che porto da due tre giorni.
Chiaro segno di astinenza da sole.Sole di brutto,sole caldo,sole tiepido,sole che irradia il verde,sole che profuma di sole.
Da quando ho smesso di fumare poi,si è amplificato il mio senso del fiuto,io che già soon un cane segugio di ben pochi dubbi.
Adesso sento ogni più impercettibile cabiamento d'aria,sento l'odore della gente a distanze paurose,distinguo i bagnoschiuma dai profumi.E Cammino per il mondo con il naso all'insù..
Ora pranzo frugale,e appena troverò tempo,voglio scrivere una lettera che ho in testa da mesi.E' per Doc,e forse anche per me.Perchè quanto sono serena voglio scriverlo e ricordarmelo,io che fondamentalmente,di cose serie su di me..non ne faccio mai parola,voglio dirlo,e ricordarlo.

Post di speranza e positività..perchè la primavera è alle porte..di chi non si sa..ma dietro a qualche porta ci sta di sicuro.

Fammi sto nipotino su,che ho voglia di neonato profumato di latte materno e alcol per il cordone..con un nome decente però!

Coppette assorbilatte per tutti!

Fairytale Wedding Planner's Fan Box