Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Amputata

Il cielo fuori si muove lentamente e si modifica con il tempo che passa, si intensifica, sfuma, si accende, si apre.
Dentro ti vedo scalzo e penso "Amore".
La smania di prendermi tutto da te, di raccogliere ogni cosa con le braccia aperte, di fare incetta del tuo odore, delle tue carezze, delle tue risate.
Una rabbia violenta d'amore ed un tumulto da tenere a bada, cavalcare la bestia indomita del mio istinto, cambiargli la direzione, addestrarla all'obbedienza.
Afferrarti il polso ed annusare le tue braccia.
Non cominciamo a baciarci altrimenti dovremmo smettere.
Non iniziamo a fare l'amore che poi finisce.
Non ricordo mai come iniziamo davvero a fare l'amore.
Uno dei mille baci ad un tratto diventa più profondo, uno dei tanti respiri si fa più alto, una delle numerose carezze si apre e spalanca i vestiti, e l'abbraccio si fa ricerca, ed i movimenti si fanno scavi.
E spogliarti e lasciarmi spogliare, porta con sè lo stesso stupore e lo stesso desiderio …

Ultimi post

Non facciamo mai niente

Caro Babbo Natale

Qualcosa su mia madre

Vecchi punti

Il prossimo Natale

Passatutù è partito

Perchè

Se fossi mio.

Il sospiro

Più bella