venerdì 30 maggio 2008

La Mora in "Tra il dire ed il fare..."


Tra il dire ed il fare,probabilmente c'è di mezzo Amare,ha ragione quel mio strano e carissimo amico,sono costretta a citarlo.
Ho interrotto la palestra,la dieta,il lavoro da più di due settimane ed oltre a sentirmi più grassa,malandata e triste,mi sento anche inspiegabilmente Sola.
La vita ti mette accanto persone per camminarci insieme qualche breve o lungo tratto e questo non ci è dato saperlo.
Non sappiamo quanto lungo sarà questo tratto,nè in quale punto si interromperà la camminata,e spesso,come ora, non capisci neanche il perchè.
Ho cancellato un numero di telefono e non lo ricordo più,se lo avessi lo userei ancora ma non avrebbe senso, ecco perchè l'ho cancellato, non sono mica scema.
Lo sò che mi segui poco ma non importa tanto questo è uno sfogo no?
Ah già no,questo è un post di un blog in un web del mondo di internet, la famosa rete,e dunque in rete ci ficco i miei pensieri come pesci indomiti ed incazzati di essere stati pescati.
Alla clinica da papà ho parlato con un'anziana signora dalle enormi caviglie e gli occhi lilla e mi ha detto che è chiusa lì dentro da quattro anni(papà da una settimana ed io non ne posso già più...)e quando le ho chiesto se era sola al mondo mi ha risposto che aveva cinque bellissimi figli ma i quali non avevano Posto per lei e per le sue caviglie gonfie.
Non lo ha detto con acrimonia, sembrava tranquilla,approfondendo la discussione,(tu dici che io sono la P.R. della famiglia...)sono venuta a sapere che ogni figlio la viene a trovare una volta al mese così non pesa a nessuno.
Ma porca di quella grande...lo sò ogni commento è gratuito e fuori luogo,nessuno può giudicare senza conoscere, ma come diavolo si fa a dire ad una madre che non si ha posto per lei,chissà cosa non avrà fatto per mantenere cinque figli sulla faccia della terra questa cristiana,e poi anche le donne non hanno posto per i figli inizialmente,ma dopo qualche giorno cominciano a spostare stomaco, ciancicare intestini,schiacciare diaframmi,pestare vesciche,comprimere reni,strizzare ovaie e quant'altro per fare posto ai propri piccoli,siamo proprio sicuri che non si trovava un divano letto per mammà in queste cinque minchionissime case figliali?
Ora vado a fare quattro addominali sul tappeto agganciando i piedi al divano mentre aspetto che mio figlio si svegli,devo farci quattro chiacchiere e mettere bene in chiaro un paio di cosucce...
Sorè preparati che tra un pò il genitore maschio farà allegro ritorno a casa,bisogna farsi trovare pronte...

mercoledì 28 maggio 2008

La bionda in "Ci sospendiamo temporaneamente che non c'abbiamo molto da ride"


Eh si,latitiamo per una buona causa,ma pur sempre latitiamo,quindi mi sospendo un pò..anche perchè l'unica cosa che potrebbe far ridere è che mi sono appena spalmata una crema datami da mamma,ma so che gliel'hai spacciata tu,che si chiama buffamente "Le gambe volano"..

Le mie per ora..purtroppo,restano ben salde qui,belle gonfie dalla giornata in piedi,non le vedo per niente vogliose di volare..

Me ne vado a letto ascoltando qualche traccia audio del concertone fatto in Toscana con gli amici,stonatissimi tutti,ma musicalmente ineccepibili.Mi son pure buttata su una Astronomy Domine che manco se m'ero bevuta sei southern Confort poteva venire peggio...ma che divertimento..l'importante,è non prendersi sul serio,soprattutto quando non si sa cantare..
Per fortuna sono dotata di autocritica,me l'hanno consegnata con tutto il pacchetto Janis:culo grosso,simpatia,autocritica,gastriti & coliti,occhi chiari,assuefazione da tinte multicolori ai capelli,gusto discutibile nel vestire,scatti di nervi,sonno molesto,poraccia e deficente.
Era un bel pacchetto,ammettetelo,non ho resistito..

Buonanotte invitati a cena,se ve scappa un mandala è gradito.

lunedì 26 maggio 2008

La Mora in:"Soddisfatti o rimborsati"


No mi chiedevo...ma chi si occupa di rimborsare coloro che non hanno defecato nonostante la copiosa assunzione di Activia e Bifidus actiregularis ivi contenuto?
Faccio un esempio,una mattina mi reco negli stabilimenti Danone chiedendo della Marcuzzi,trascinandomi dietro il solito fardello di noi stitici a vita,con in mano vasetti vuoti di Activia alla prugna e kiwi e crusca e guttalax al mirtillo,fai conto lei mi riceve con quel tubino verde pisello ed io esordisco:"Alè io proprio non c'e l'ho fatta te lo giuro,mi rimborseresti sti quattro euro?"Lei a quel punto cosa dovrebbe fare,fidarsi sulla parola del povero consumatore costipato,od appurare personalmente l'occlusione intestinale del malcapitato?e poi con quale metodo?e se avessi mentito solo per riavere i quattro euro indietro ed acquistare altri Activia?Cosa mi direbbe:"A bella qui ci hai dato sotto non ce provà!"
Suggerirei pertanto,invece di scrivere "Soddisfatti o Rimborsati"sui vasetti di uno yogurt utile allo svuotamento intestinale, di tentare un'altra "spinta"(è proprio il caso di dirlo)pubblicitaria che questa è penosa.
Comunque io Activia l'ho assaggiato e vi posso garantire che fa veramente...cagare.

Papà sta lottando con la sua malattia,spero la mandi a farsi fottere il prima possibile perchè qui non arriva più aria.

domenica 18 maggio 2008

LA MORA IN:CHI NON MUORE SI RIVEDE



Dopo giorni di forsennata agonia fra dottori,lavoro,palestra,lacrime ed incubi,ebbene si,sono tornata.
Connettermi da casa mia è veramente una prova di sopravvivenza del tipo Ponte tibetano con giorno di pioggia annesso:devo staccare il telefono,srotolare sei metri di filo,disincastrarlo,inserirlo,aspettare la connessione,lenta come una processione dei paesini limitrofi a Rieti, la domenica del Santo Patrono e...
il resto è facilmente intuibile vista la mia assenza blogghistica.
Papà stava un pò meglio,una nostra allucinazione?chissà,oggi non ne sono poi così convinta,sarà la pioggia di oggi,il fiato sospeso dei romanisti,le paste della domenica e tutto quello che ho trangugiato in questi giorni senza poter espiare con pedalate ed addominali vari...ma mi sento un pò a terra,eppure qua siamo all'ottavo piano e dovrei sentirmi più vicina ai sogni che all'asfalto.
E' pieno di centri commerciali qui,siamo circondati,più sei poraccio e più ti costruiscono intorno questo bastardo Truman show con tanto di giardinetto barbecue,parabola,lettore dvd e supermercati delle scarpe,niente di più lontano da quei pomeriggi nei quali "si andava a comprar le scarpe nuove"ed il tipo ti toccava gli alluci,ti infilava la scarpa con il calzascarpe e ti consigliava su cosa acquistare (addirittura!),alla fine poi,ti chiedeva se te le saresti lasciate al piede o te le avrebbe inscatolate,(io ovviamente,sono sempre stata del partito"no no letengosù" non sia mai vedere ancora le vecchie scarpacce), e da qui dovrei dedurre tante cose della mia vita, per esempio su come mastico e brucio le cose e poi non me le voglio più vedere intorno).
Mi intristisce pensare a quanto tutto il nuovo prima o poi diventa vecchio,e a quante scarpe ho buttato via per altre molto più scomode e dolorose.A come, anche i fiori freschi,per quanto splendidi,vivi e profumati possano essere,giungano presto ad appassire, a svuotarsi,a marcire,a puzzare tremendamente.
Vabbè esco dal trip della metafora, promesso.
Da domani starò una settimana con papà e spero sarà una Buona settimana per tutti e due,una settimana per mettere in pace cuori e teste.
Il mitico Branco stamattina a colazione mi ha consigliata,in quanto Pesci,di lasciare una mia brutta abitudine:la velocità,ed io questo l'ho trovato Sacrosanto...corro corro e vorrei invece vivere in Sardegna e tessere il bisso con quella signora,concentrarmi sui barbigli colorati usciti dal mare per diventare una coperta od un tappeto e pensare solo alle mie unghie che guidano il fragile tessuto e rendermi conto che ho accanto delle persone,dei libri,della musica,delle occasioni e non solo parcheggi da cogliere in una frazione di secondo,la cassa più libera all'ipermercato(per cambiarla freneticamente fino all'ultimo)lo sgarbo più fastidioso al lavoro,l'ennesimo prelievo al bancomata,l'ulteriore tessera fedeltà,il cappuccino più veloce insieme ad altri trenta avventori affastellati al bancone già alle otto del mattino.
Vorrei ritrovare un ritmo umano per tornare a fare la cacca con gioia e ad addormentarmi lenta assaporando il fresco delle lenzuola sui talloni stanchi di terra e non di frizione ed acceleratori.
Vorrei ricordarmi cosa mi piace davvero fare,con chi stare e dove andare,mentre faccio quasi sempre ciò che non mi va di fare con chi non mi va di stare in un luogo che non voglio vedere.
Ho fatto la dichiarazione dei redditi in dolcissima compagnia e, molto probabilmente mi faranno un controllo perchè ho speso troppo di farmacia e visite mediche(perchè non controllano i prezzi dei medicinali e dei professionisti del "mi faccia questi accertamenti"e nessuno mai "signora lei ha questo prenda questo"cazzo.)No volevo dire "prenda questo" cazzo,non " prenda questo cazzo",che,detto da un professionista con le fisique du rol, potrebbe anche far piacere,difficile sarebbe approfondire poi la posologia e gli effetti collaterali di codesta cazzoterapia...chiedere in oltre se dà assuefazione o dipendenza(secondo me si)e se una volta scomparso il sintomo è il caso di interromperlo di colpo(sconsigliatissimo, ho perso numerosi amici in queste tragiche circostanze!) o di scalarlo piano piano(in fondo ci si affeziona un pò bisogna pur ammetterlo).
Poichè sento che stò scivolando verso lo scurrile(ed io la parola scurrile la detesto anche mentre la scrivo) mi auto censuro prima che lo faccia tu e mi congratulo con te per il bel fine settimana trascorso con il tuo doc in Toscana e per il libro che stai leggendo e che ovviamente ti ho fornito io.(ti ricordi quando ti ho consigliato "Cecità"di Saramago?dopo la sua lettura mi hai investito di male parole che si addicono solo ad una signorina per male.(vedere contrario di per bene ovviamente).
Ed il cd con le musiche del pancione quando eri in dolce attesa lo rammenti?eh che sorella d'oro che ti ritrovi...
Andrà tutto bene...
No?

mercoledì 14 maggio 2008

La bionda in "Maggio vacce adagio"


Buona sera,cara sorella desaparecida,
visto che sei rimasta forse l'unica in Italia ad avere la 56katzi e matzi,mi par di dedurre che da casa tua non te connetti nemmeno se scopri che hai vinto un viaggio insieme a Polniuman..
E mi lasci qui,sola e sconsolata a portare avanti sta baracchetta mezza sbilenca,che decolla con lentezza ma che obiettivamente mi piace.

Beh,ora sorseggio il mio canarino,bevanda molto in voga nella gioventù romana e trovo due minuti per scrivere due tre righette,che in questi giorni un pò convulsi non ho trovato il tempo.
Quest'oggi si è affacciato qualche passo avanti nel versante paterno,ho visto qualche cenno di vita,e devo dire che questa cosa ha preso il mio stomaco,sepolto sotto l'osso sacro e lo ha riportato,non dico al suo posto ma almeno a metà strada..E quindi un Fiiiiiuuuuuu (respiro di sollievo) non me lo leva nessuno!

Il resto della baracca procede,sono in procinto di partire per la Toscanella(non la moglie del sigaro),per la terza edizione del raduno più scemo del paese,e sto preparando l'armamentario per il light show,luci lucine,dischetti,strobolamp e varie strombolate che allieteranno il concertone.

Direi che ora mi butto con triplo salto carpiato sul letto,con vestaglina e fiori molto chic e mi leggo finalmente qualche altra pagina dell'eleganza del riccio,visto che quando c'è Doc in casa,il libro faccio in tempo appena ad aprirlo,giusto per fargli prendere aria al riccio..

Buonanotte,sorella ansiosa,e cerca di farti vedere un pò più spesso qui da queste parti e non solo come oggi..a cena da mamma stasera!!

Dorso-girl

giovedì 8 maggio 2008

La bionda in "Radio ga ga"


E buonpomeriggio,sorella latitante e compulsiva,
eccomi qui,in uno stato di semi-coma,stanca come un cavallo dopo una corsa affannosa su tutto il Gran Sasso,brutta come solo io so essere in certi momenti e tristolina,un bel pò.
Sarà che i padri delle femminelle non devono ammalarsi per evitare un crollo psichico delle fanciulle,sarà che al lavoro mi sta venendo il sangue amaro come un bel decottino di cicuta,ma io,mica ce la faccio più..
Oggi sono salita a portare il pranzo a zoppetta e tristano(per il resto del mondo sono i nostri reali genitori) e quando sono scesa mi è scappato così,senza che avessi il tempo di acciuffarlo e metterlo nel grembiule puzzolente di cucinato,un bel pianto,di quelli che cammini in mezzo alla gente,col sole e il tempo bellissimo,ma a te sta crollando tutto,insieme al rimmel coll'ombretto celestino,come una profezia..

E vabbè,ma qui batte un cuore di donna di razza,che si tira su pure dalle melme più melmose,e passerà..anche questa.

Sto week-end,visto che i figliolini saranno rispettivamente da padre uno e da padre due,io e Doc ce ne andiamo a vedere Renoir,che riempirmi gli occhioni delle sue bellezze meravigliose non può che farmi bene.Ci aggiungo una bella passeggiata al roseto comunale e dovrebbe uscirne fuori una bella giornata terapeutica contro lo sconfortino che mi sopraggiunse.Ti farò sapere.

Per ora,me ne vò lemme lemme a fare sta riunione del giovedi con gli squinternati di questi palazzi e via,la settiamana lavorativa...finalmente è finita!!

Domani lavatrici e detersivi a me!!!

giovedì 1 maggio 2008

La bionda in "Primo Maggio alè alè"


..Giusto un post per festeggiare i lavoratori tutti,dovunque e comunque.
Evviva tutti quelli che si alzano la mattina e si faticano la giornata,tutti quelli che hanno un lavoro insicuro,quelli che ce l'hanno importante per la vita altrui,quelli che lavorano di testa e quelli che lavorano di mani,o semplicemente..quelli che al lavoro si fanno il culo.

L'unica domanda che mi faccio è:Perchè nei blog tutti pare che sia totale il senso di vomito nei confronti della scuffia presa alle elezioni?Forse forse che è di destra non legge?Non scrive?
Ma dove sono quelli che hanno voluto questo???Doooooooove???????????

Saluti da Rosa Luxemburg

Fairytale Wedding Planner's Fan Box