venerdì 29 aprile 2011

"Sta solo crescendo"



Mio figlio quasi seienne, ultimamente dimostra nervosismo, accessi d'ira, momenti di aggressività inconsulta,tendenza al capriccio molesto, alito pesante e diarrea.
Esclusi l'alito pesante e la diarrea, che ho aggiunto solo per amor della castroneria linguistica, il resto è, drammaticamente vero.
Per arginare tali manifestazione d'indubbio malessere psico-fisico, adotto la seguente linea d'attacco:improvviso.
Improvviso risposte di grande dolcezza e voglia di discuterne, della serie "parliamone amore mio cosa c'è che non và?", e crisi di rabbia urlante della serie:"ma che cavolo ti piglia? eri tanto bono da piccino, adesso ti tiro uno sganassone".(Amo smodatamente le parole:sganassone, ceffone, sberla, schiaffo; le trovo fonologicamente molto piacevoli).
A volte lo punisco in maniera eccessiva, a volte gli regalo smisurata pazienza.
Niente di peggio dal punto di vista educativo e psicologico, lo sò, ma circa tre anni fà, ho fatto pace con la mia ambizione di madre perfetta, e sono scesa al compromesso Bolwbyniano di madre sufficientemente buona ( a tratti madre di merda, ma questo Bolwby non l'ha detto),pertanto il suddetto è l'accadere di questi giorni.
Ieri sera, sfinita dalla sua lagna serotina, dal suo atteggiamento da perseguitato, abbandonato, non più preferito; stanca dei suoi capricci, dei suoi no su tutta la linea, dei suoi denti digrignati in versione cane rabbioso, gli ho chiesto infilandomi nel letto:"A Giacomino, ma che hai?è così difficile capirti di questi tempi, che c'è?"
"Niente mamma, scusami, sto solo diventando grande".

E mi sà che non gli piace.Figuratevi a me.

http://cenadamamma.blogosfere.it/2011/04/william-e-kateanalisi-di-uninvidia-giustificata.html

giovedì 21 aprile 2011

"Solo due sogni..."


Una cosa distrugge le mamme moderne, ed è certamente la mancanza di privacy, di uno spazio inviolato nel quale espletare le proprie funzioni intime e viscerali, in santa pace.
Insomma, neanche quando siamo in bagno, veniamo lasciate tranquille.
In particolare io, non avendo una porta classica che separi la stanza da bagno dal resto del mondo, ma possedendone una scorrevole senza possibilità di chiusura coatta, vengo puntualmente disturbata mentre mi lavo, vomito o defeco.
Questo mi irrita e mi rende irregolare nelle attività intestinali,e di svuotamento energetico del chakra per eccellenza.
L'altra sera, leggendo la lassativa copia del mio giornale di arredamento preferito, assisa sul mio water porcellanato, assisto all'entrata da saloon del piccolo figliuolo che mi chiede di lavarsi i denti,che morde una candela con gli incisivi superiori,e che infine, lancia un bakugan nel sifone della vasca.
Dopo pochi minuti entra il padre dei miei figli che mi chiede se nel risotto è più adatto aggiungere scalogno o cipolla, e poco dopo, approda al capezzale del mio water, anche il grande che esordisce così:"sai mamma, che quando ero piccolo avevo solo due sogni?"
Gli rispondo, allo stremo della mia pazienza:"davvero tesoro?ed ora invece?"
"Ora invece ne ho tantissimi, perchè sono cresciuto"
"A tavola me li racconterai tutti patatone secco, ma ora ti racconto il mio di sogno, stà a sentire:da piccola sognavo che sarei diventata grande ed avrei potuto fare la cacca in grazia di Dio!"
"..."

Buona Pasqua a tutti i genitori che non possono neanche cagare in pace.

http://cenadamamma.blogosfere.it/2011/04/pasqua-2011ricetta-per-vivere-una-festa-serena.html

giovedì 14 aprile 2011

"Riflessioni di madre"


Spesso mi sorprendo a correre dietro ai miei figli, cercando di limitare i loro danni in giro per casa.
Mi arrabbio se saltano sul divano perchè così facendo tolgono il telo che lo ricopriva e buttano giù i cuscini che lo decoravano.
Mi innervosisco se lasciano le ditate sullo schermo della televisione perchè mi sembra così sciatto e unto da doverlo ripulire subito.
Grido se sconvolgono il bagno facendo a pezzetti la carta igienica e affogando le macchinine nel water.
Mi affanno per rimettere a posto i loro giocattoli sparsi ovunque, anche sul balcone, ed invoco un pò di pace, qualche ora di tregua, un momento tutto per me.

Poi però, improvvisamente, mi capita di pensare che i miei figli se ne andranno da questa casa, lasceranno queste camere, abbandoneranno il divano con tutto il copridivano,smetteranno di essere i miei piccoli e penseranno di essere troppo grandi per addormentarsi ancora con me, o per abbracciarmi forte forte come fanno ora.
Mi capita di pensare che le loro ditate spariranno in fretta dallo schermo della televisione e che al contrario, ignorerò per la maggior parte del tempo, dove saranno le loro mani e le loro facce.
Mi capita di pensare che mi ritroverò senza le loro voci che ridono, litigano od imitano un aeroplano,e scoprirò che il silenzio sarà odioso ed assordante.
Mi capita di immaginare il bagno intonso, ordinato e pulito, la cartaigienica perfettamente arrotolata su sè stessa, il water senza macchinine che galleggiano allegramente, lo specchio senza spruzzi di dentifricio e la mia faccia sola riflessa dentro.

Quando mi capita di pensare questo, lascio i giocattoli a terra, i cuscini per aria, il copridivano stropicciato, e mi siedo accanto a loro per guardarli più da vicino.

http://cenadamamma.blogosfere.it/

mercoledì 6 aprile 2011

"Revisione di una povera madre stanca"


"Mamma, ti senti male?cos'hai, ti viene molto da vomitare?"
"Si, tesoro, veramente stasera mi sento un pò a pezzi, sono stanca, ho mal di gola e la schiena distrutta, vorrei solo infilarmi il mio pigiama da uomo e dormire per giorni e giorni"
"non ti preoccupare mamma, vieni che ti faccio visitare dal dottor Cuscinari e vedrai che guarirai"
"Oh che meraviglia, è tantissimo che non vedo il mio dottore preferito, ottima idea, la seguo in camera subito..."
"si sdrai che le devo fare le analisi del sangue per vedere se il sangue è sporco"
"mi farà male?"
"un pochino ma non faccia la lagna"(se c'è una cosa che amo in questo medico, è proprio il suo essere rude e maschio).
"adesso scopra la pancia che devo fare l'analisi dell'acqua e dell'olio"
"a me l'analisi dell'acqua e dell'olio?"
"eh si, devo vedere se sta bene, se è tutto a posto..."
E vabbè che sono stanca come un cameriere di un ristorante a tre piani dopo un matrimonio ciociaro,vabbè che mi sento a corto di energie e che codesta primavera, come le altre trentacinque prima di questa, mi trova narcolettica ed intontita come un pugile dopo il k.o.,vabbè che qualcosa nel mio organismo sembra incepparsi anche di notte, ma la revisione no, la revisione la rifiuto categoricamente.
Anche perchè non ho idea di dove possa aver messo i filtri...


http://cenadamamma.blogosfere.it/2011/04/sex-and-the-family-piccoli-suggerimenti-per-una-eccitante-vita-di-coppia.html

Fairytale Wedding Planner's Fan Box