domenica 8 novembre 2009

La Mora in:"Sensi di colpa ed altre inquietudini..."







La Donna è cosa complessa.



Lungi da me voler scrivere un post femminista alla "quello che le donne non dicono"che detesto,però,completamente immersa nell'influenza maiala,rifletto su tali considerazioni,fra tosse,febbre e sputi.



Le donne nascono corredate di senso di colpa.



Le donne sono tormentate dal senso di colpa.



Quella crepetta insulsa,ci sembra da subito meno interessante del pendaglio da forca(potrei fare facile battuta fonologica ma mi astengo da schieramenti troppo volgari),possedere un buco vuoto sembra peggiore che avere qualcosa in più,qualcosa di tenero,liscio e tiepidino.



Un conto è fare pipì tronfi e dritti in piedi,produrre un bell'arco trionfante senza neanche usare le mani,interrompendo solo per qualche istante i giochi all'aperto,un conto invece è doversi appartare,spogliare interamente,acquattarsi come se ci si vergognasse,bagnarsi mutandine e scarpe di vernice,cercare affannosamente un fazzolettino altrimenti si resta acquose e maleodoranti fino alla sera.



I genitori fanno di tutto perchè nessuno ti guardi anche se hai cinque anni,mentre i maschi pisciano dappertutto,come animali che segnano il territorio con maestria.
Si insinua lento il dubbio che tu abbia qualcosa di sporco,sbagliato,troppo attraente.



In giro senti le mammae ed i papà dei maschi che dicono a denti stretti ai loro figlioli:"non piangere non sei mica una femminuccia".



E poi ti educano subito a piacere agli altri,ad essere carina,bellina,graziosa,educata,silenziosa,ti insegnano a sederti per bene(è per male se una bambina non ha alcun problema a sedersi con le gambe divaricate mentre gioca spensierata?),ti pettinano e ti vestono scomoda,ti regalano trucchini,perline,aspirapolveri e ferri da stiro in miniatura,tazzine di finta porcellana per il tè,ciabattine con tacchetti e pelo fucsia,se ti dice bene il mercato con i carciofi e le carote,ai maschi invece,la scatola dell'astrofisico nucleare,il fantastico chimico,le piste di legno e le macchine potenti,i soldati cazzuti,i puzzle spacca cervelli.
Mentre i bambini corrono come cavalli selvaggi all'uscita di scuola,le bambine hanno paura di perdere le mollettine con gli strass.
Ci insegnano a cambiare a modificarci per essere accettate,mentre ai maschi si insegna che loro vanno bene così,basta solo che sviluppino la loro forza.
Una donna da grande, prova senso di colpa per ben tre quarti della propria vita, se sceglie fra la famiglia ed il lavoro,fra lo studio ed il matrimonio,una donna,se è incinta e resta a casa per gravidanza a rischio,astenendosi dal lavoro,si sente incolpare di sfruttamento della società alle spalle dei contribuenti(anche lei è una contribuente tra l'altro) e si sente dire: "bella la vita senza fare niente beata te".
E a voi,fare i test di gravidanza ogni mese sperando,fare prelievi del sangue, ecografie, visite odiose,pisciare continuamente,vomitarsi gli occhi,ingrassare di venti chili in nove mesi,avere paura di fumare,di bere, di ammalarsi,di mangiare qualcosa di sbagliato od infetto,avere paura di cadere o scivolare,o prendere una pallonata al parco e fare del male al proprio bambino,avere minacce d'aborto,minacce di parto,non dormire mai,respirare con un masso sul diaframma,oppure fare inseminazioni che falliscono,punture che ti gonfiano come un maiale,controllarti la temperatura e l'ovulazione,aprirti la pancia con un cesareo,sfibrarti i genitali,sfondarti la schiena,cercare di dare un futuro alla società,coltivare una speranza per il domani..sembra una bella vita senza fare niente?
Le donne, quando tornano a lavoro dopo il parto si tirano il latte dal seno nella pausa pranzo e piangono di nascosto per aver lasciato a casa il piccolo di pochi mesi,le donne, se restano a casa dopo il parto perdono ogni contatto,buttano via studi e carriera,prendono il trenta per cento dello stipendio,tutte le colleghe le schifano e le additano come poco ambiziose,le donne si sentono in colpa quando nelle prime riunioni di lavoro dopo aver avuto figli,dimenticano l'ultimo test all'avanguardia sulla comprensione del linguaggio o quando le altre controllano quante volte chiama a casa per poi accusarla di eccessiva ansia o di spiccato menefreghismo.
Se sei madre attenta soffochi i figli,se li lasci liberi sei una sciamannata,se pulisci casa sei frustrata e depressa,se non la pulisci sei una zozza,se prepari cibo biologico ai tuoi bambini sei una fissata fanatica,se gli compri gli omogeneizzati sei un'assassina,e poi giù tutti, escluso nessuno, si sentono in diritto di giudicarti come madre:"ma che fai ancora l'allatti?" oppure:"ma che gli hai già tolto il latte,ma non sai quanto gli fa bene?"
"non gli dai il cicuccio?ma dagli il ciuccio,ma non lo ninnare così lo vizi,ma non lo prendere in braccio,ma non lo prendi in braccio?così non sente il contatto,non lo coprire c'è vento ma è vento secco,coprilo che gli fai venire la broncopolmonitenon senti che umidità?...",ma basta con questa ansia che non cresce,che pesa poco, lascialo in pace;ma non vedi quanto è magro tuo figlio,ma lo fai mangiare?"

Ai padri nessuno dice niente,i padri fanno tenerezza se solo prendono fra le braccia i loro pargoli,i padri generano gioia,non si discutono,"già tanto che ci gioca con i bambini, beata te..."
Oh ma già tanto una minchia,questi sono figli suoi,e perchè a lui non lo sgridate se non gli fa fare il ruttino?
Una donna-madre si sente in colpa se il figlio si ammala(di sottofondo le solite voci del coro popolare tipo sirene di Odisseo"lo copri troppo,lo fai sudare,gli dai l'omeopatia,somministri troppi farmaci)ma nessuno si congratula con loro se i figli non si ammalano.
Una donna mamma,se ha più di un figlio,vive il senso di colpa di trascurarne qualcuno o di occuparsi maggiormente di uno a discapito dell'altro.
Una donna si sente in colpa se si prende cura di sè perchè troppo effimera e spendacciona(con i soldi del rimmel ci compravi i pannolini)oppure se cura poco la sua immagine (ma tu non ti rispetti,non rispetti il tuo uomo,hai la depressione post partum?poi ha ragione lui se va in cerca di altre donne).
Una donna si sente in colpa se tradisce il proprio compagno anche se lui non la sfiora da anni o non le fa mai un complimento,oppure si sente in colpa se non si decide a farlo e tradisce se stessa ogni giorno.

Una donna si sente in colpa se accudisce troppo il proprio uomo perchè non è mica un bambino,e si sente in colpa se non lo fa perchè altrimenti le dicono che lo trascura.

Se un uomo è impotente la donna lo deve coccolare e sdrammatizzare,se una donna è frigida fa paura.
Se un uomo ce l'ha troppo piccolo l'importante è che ci sappia fare e che la donna non lo faccia sentire in difetto,,se una donna ha le tette troppo piccole e mosce è meglio che faccia la plastica additiva.

Una donna,difficilmente va via da casa,lasciando i figli per la segretaria più giovane di vent'anni,una donna si sente inadeguata come nuora se è carina con la suocera,perchè allora vuol dire che è falsa,o se è troppo riservata ed allora vuol dire che è stronza.
Una donna,da ragazza,appena si fidanza,vive il senso di colpa che le butta addosso il padre girando per casa muto e deluso.
Una donna si sente in difficoltà se chiede aiuto e se non lo chiede,una donna viene giudicata facile se scherza con gli altri mentre gli uomini sono solo dei gran simpaticoni se fanno lo stesso,se una donna si veste bene con i tacchi,le sbavano e fischiano dietro e non può camminare tranquilla,se si copre troppo non la caga nessuno,se sceglie la carriera militare è lesbica,se va in televisione si è fatta trombare dal produttore,se entra in politica ha spompinato un senatore,se l'hanno violentata era scollata,se è nervosa vuol dire che non scopa,se per strada supera a destra è una troia mentre un uomo uno stronzo.
Perchè c'è da sempre questa amara ed avvilente connessione con il sesso quando si deve giudicare una donna?
Adesso,però,noi donne abbiamo ottenuto il privilegio di poter votare scegliendo fra questi quattro stronzi.
E brava la moglie di Marrazzo che ha scelto di perdonare il marito restandogli vicino nel momento del bisogno,e cattiva la moglie di Berlusconi che lo ha lasciato solo nel momento del bisogno,ma và và...
Tirando le somme questa è una vita difficile,fra messe in piega che non se ne accorge nessuno,vite da trapeziste sul filo teso dell'esistenza,cercando di essere ottime cuoche,mirabilanti amanti,brave donne di casa,ottime madri,lavoratrici competitive,grandi risparmiatrici,donne con qualcosa da dire,che leggono,studiano(ma non troppo),eccoci qui,incerte e melanconiche come la serata dell'otto marzo(non c'è cosa più triste secondo me)dimentiche di chi è morto per noi e per la nostra libertà,mi chiedo solo se siamo davvero libere oggi.




L'Uomo è libero fin tanto che egli può,



mi rispondo prima di ficcarmi in bocca un'altra tachipirina e cercando di dimenticare questo assurdo post.

P.S.
Comunque,da grande,voglio fare la donna ombrellino,quella che ripara i motociclisti da pioggia e sole davanti ai box con i meccanici,quella con minigonna,tacchi e toppini, che dondola stringendo in mano splendidi ombrellini coordinati con i capelli,mi sembra davvera un lavoro di concetto.



Donne pe' tutti






9 commenti:

carmilla ha detto...

Parole sante!!!!!

Anonimo ha detto...

ti sbagli. oggi come oggi la potta non è più "troppo attraente", anzi pare essere un impiccio. perchè sembrano tutti preferire altro!

La Mora ha detto...

no vabbè il post è piuttosto pretestuoso,un uomo in gamba potrebbe scriverne la versione maschile partendo da quel "non fare la femminuccia"ma certe cose non si discutono.
Chiù pilo pe' tutti

Anonimo ha detto...

E' vero abbiamo i sensi di colpa però... non andiamo con i trans... però o perchè?!!! Bah.
Baci . loretta

loretta ha detto...

sono sempre io: loretta . non ci capisco niente su come si pubblicano i commenti , questa è una prova

La Mora ha detto...

Prova riuscita Lori!

Fra ha detto...

quoto ogni parola...io e il mio senso di colpa ormai condividiamo ogni minuto
baci
fra

La Mora ha detto...

Cara Fra salutami tanto il tuo senso di colpa.
E vorrei aggiungere di risparmiare alle vostre bambine,almeno per questo Natale,Sbrodolina la bambola che sbava,ruttina e vomitina,bambolotto bua che si ammala e frigna in continuazione,gli sciroppi da somministrare,le vitamine,le punture salvavita.
Basta con le lavatrici che centrifugano davvero e le aspirapolveri in miniatura e abbasta no!ma che razza di giochi sono?
Buona domenica femminile...

Anonimo ha detto...

condivido ogni parola...
aggiungo un gemito, di mio.
sono molto felice di aver reso, credo, impotente per 40 minuti il mio moroso con lo sguardo, l'altro pomeriggio, quando ha tentato di comprare un ferrino da stirino per la mocciosina di una sua amica.
e che cazzo! almeno 6 anni di spensieratezza!
ma è il concetto che proprio non funziona... :-(
Laura la chimica

Fairytale Wedding Planner's Fan Box