lunedì 10 ottobre 2011

Se tu fossi qui...




Se nonno Peppe tornasse anche per un solo giorno qui a casa mia, lo porterei a raccogliere lumache dopo un acquazzone d'autunno, a mangiare patate alla sagra di Leonessa, a respirare boschi e ad arrostire castagne, se nonno Peppe tornasse almeno per un pò, resterei ad ascoltare i suoi indovinelli bislacchi ed a ridere davanti ad un buon bicchiere di vino rosso.

Se nonna Lina tornasse anche solo per un giorno, la porterei a casa mia e preparerei con lei le frappe, il ciambellone e le fettucine, se fosse qui almeno per un pò, ascolterei i suoi racconti difficili, la sua vita arrampicata in salita come una capretta secca e testarda, le farei un massaggio per vedere se è davvero impossibile farla rilassare.

Se zia Adele tornasse anche solo per un giorno, ah se zia Adele venisse da me che gioia sarebbe, le farei conoscere i miei figli perchè non li ha mai visti, daremmo da mangiare alle galline insieme e ci fumeremmo una sigaretta di nascosto da suo marito anche solo per ridere come bambine e fare un dispetto.
Se zia Adele fosse qui le spiegherei perchè non ce l'ho fatta proprio a vederla quando stava male, perchè solo l'idea mi rintorcinava lo stomaco e perchè lei è sempre stata così bella, rubiconda e limpida da essere impossibile credere che le toccasse soffrire anche solo per un istante.
Se zia Adele fosse qui ora, ci faremmo una tinta calda per l'autunno che è finalmente arrivato e cammineremmo con i suoi cani stortignaccoli, lungo la sua vigna piena d'uva.

Se nonno Michele e nonna Elena tornassero anche solo per un giorno, li porterei a Tortoreto, in una pensioncina sul mare a mangiare pesce ed a chiacchierare del tempo che fà, a passeggiare sottobraccio sul lungomare perchè loro sono inseparabili come i pappagallini e perciò si starebbe tutti stretti stretti.
Se nonna Elena tornasse qui da me, le chiederei di cantarmi ancora "sola soletta andavo..." e di vedere un'altra puntata di Love boat sedute sul divano, visto che ci piaceva tanto.

Se Nonno Arnaldo, il padre del mio compagno tornasse anche solo per un giorno, gli presenterei i suoi nipoti, i suoi unici nipoti, quelli che ha aspettato per una vita intera e che non ha mai conosciuto, gli presenterei quelli che porteranno il suo cognome in giro per il mondo e farei in modo che raccontasse loro della guerra e del pecorino sardo, lo porterei allo zoo con i miei bambini ed ascolterei tutto ciò che avrebbe da dire su di loro, con quella sua comicità romana amara e dissacrante.
Se nonno Arnaldo tornasse, vorrei vedere lo sguardo con il quale guarderebbe suo figlio diventato padre troppo tardi, e gli farei raccontare tutte le poesie di Natale dell'asilo che non ha sentito, e tutte le canzoni che non ha cantato con loro tenendoli sulle ginocchia.

Se anche solo per un giorno tornassero i miei cari, sarebbe un bel casino perchè non li lascerei più andar via.

2 commenti:

Sabrina ha detto...

snifff....mi hai commosso !!

silvia ha detto...

Ohi Sab, non ero malinconica quando l'ho scritto, avevo solo una grandissima voglia di rivederli.
Dicono che prima o poi ci rincontreremo, chissà se andrà a finire davvero così, sarebbe bellissimo e tutto questo avrebbe un Senso, o forse, ce l'ha già così.
Baci agli occhietti umidi di montagna.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box