domenica 23 ottobre 2011

48 ore con mia madre



Per una serie di inspiegabili congiunzioni astrali, casi fortuiti, impegni epocali ed incastri complessi, la mia mamma, ha lasciato la campagna per stare ben due giorni, dico due giorni a casa nostra, con noi.
I bambini erano felicissimi ed eccitati e ripetevano:"davvero nonna dorme da noi?"e saltavano a destra e a manca.
Si è portata dietro uno spazzolino da denti, il filo interdentale, un pezzo di cristallo di rocca per deodorarsi(con il quale io puzzo come un cavallo sotto sforzo mentre lei no), il suo solito abbigliamento fuori stagione e scomodissmo con i tacchi e le scollature, ed infine due pensierini per i miei figlioli.
E' stata discreta ma presente, ha bevuto vino bianco con Marco e riso osservando i nani che ballavano scalmanati.
E' rimasta con noi giorno e notte, ha preparato il latte caldo ai nani ed il pane e marmellata, ha detto a me:"siediti e fai colazione un minuto tranquilla".
Ha preparato il pranzo, sistemato i panni, stirato le lenzuola, usato quelle accortezze e carinerie che solo una madre sà dispensare, senza dirtele nè sottolinearle.
Ha intuito da sè di cosa ci fosse bisogno in questa casa, ha giocato con i bambini e cenato seduta nel chiasso della nostra famiglia.
Ha dormito sul divano svegliandosi non appena io mi sono svegliata per il gran dolore che avevo, ed anche se non me lo ha detto, non si è riuscita più a riaddormentare per la preoccupazione, ne sono sicura.
Si è messa la camicia da notte bianca, si è infilata nel lettone grande ed ha raccontato a me ed ai bambini, due storie di topolini, aveva la stessa voce e lo stesso modo di pronunciare le parole, di quando ero bambina e sapeva di acqua di rose e cera di cupra e leggeva facendo le voci dei personaggi.
Quando tornavo dal lavoro sapevo che l'avrei trovata a casa con i bambini e mi sentivo più serena e meno stanca.

Mia nonna, sua madre, le diceva sempre che chi ha la mamma non piange mai, ora capisco perfettamente il perchè.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

tua nonna aveva ragione, puoi avere anche 100 anni, ma quello che tua mamma fa e non fa e come lo fa e non lo fa può farlo solo lei.
mi sono commossa, e tu sai perchè.
ciao silvietta, sempre nei miei pensieri
alessia

silvia ha detto...

Amore bellino caro, da una parte, solo da una parte non volevo che leggessi questo post e tu sai perchè.
Ti voglio bene Ali, il tuo album con i fiori secchi e le vostre foto sulla strada con la ghiaia, ogni tanto torna a trapanarmi il cuore.
Ti voglio bene, lo scrivo davanti ad un milione di persone...lo sò quando si tratta di numeri sono peggio di Biscardi con il processo.

Sabrina ha detto...

Hai commoso anche me. Dove si compera questo modello di Mammasanta ? perchè la mia fa uguale, ma poi presenta il conto sotto forma di domande indiscrete e giudizi non richiesti su tutto, dal mio essere pessimista ai rapporti intimi di coppia.
Per non parlare di ricatti morali, potrebbe insegnare come estorcere qualsiasi cosa a Totò Riina.Più che una mamma santa, io ho una Mammasantissima.

Anonimo ha detto...

GRAZIE SILVIA PER AVER CONDIVISO QUESTA BELLISSIMA ESPERIENZA CHE MI HA FATTO RICORDARE LE POCHISSIME VOLTE CHE HO MIA MADRE A DORMIRE DA NOI...VERISSIMO TUTTO MA SOPRATTUTTO LA SERENITà CHE SI PROVA SAPENDO CHE LEI è Lì MENTRE TORNI A CASA! UN RELAX DELL'ANIMA...
PAOLA T.

silvia ha detto...

Grazie a te per aver condiviso con me certe emozioni tanto personali, che bello che tu sia approdata qui.
Ti aspetto a cena da mamma o da noi in carne ed ossa, baci grandi.

silvia ha detto...

Cara Sabrina, questo modello di madre è fuori produzione presumo.
Devi sapere che è una madre che vedo in media una volta al mese perchè è lontana ed i due giorni citati nel post sono stati eccezionali, la prima volta che nonna Tinavanda dormiva da noi.
E' una nonna che lavora più della figlia, è una nonna con la quale sono sempre riuscita a confidarmi e dalla quale non ho mai ricevuto un giudizio.
E' la mia mamma e la nostra nonna che perde un mazzo di chiavi a settimana e tutte le documentazioni burocratiche che possano esistere sulla faccia della terra.
Ciao Sab, bacia la tua mamma-nonna.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box