lunedì 20 dicembre 2010

Io in:"Mete e pragmatismi..."


Subito dopo il quarto travaso affannato di figlioli dall' asilo alla macchina,dalla macchina al negozio di tinte per capelli,dalla posta alla macchina di nuovo,dalla macchina al panificio,ingrano la marcia e dico:"Quanto mi dispiace che così piccoli,facciate già questa vita veloce,assurda,senza pause.Mi dispiace davvero di farvi correre avanti ed indietro,sempre tutto di corsa,e vai e vieni,e vi trascino e vi sbatacchio.E' brutto,in questa società ormai corriamo e corriamo e certe volte non sappiamo neanche più dove stiamo andando.Eh Giac,tu che ne pensi di tutto questo correre e perdersi la meta?Hai idea di dove stiamo andando?"
"Si mamma,lo sò,alla Conad."
Certe volte lo sfogo di una madre sempre di corsa,sulla soglia del 2011,necessita fortemente del pragmatismo infantile,per il semplice scopo di orientamento nella sopravvivenza spicciola.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao Silvia, che vuoi farci!!!
ti capisco perfettamente e di corsa
ti faccio i miei più grandi auguri
di Natale bacio bacio a Gia e Fil
Lu

Io ha detto...

Auguri di corsa?giammai.
Auguri con molta calma,per un Natale sereno,lento e caldissimo.
Un bacio grande.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box