mercoledì 24 febbraio 2010

La Mora in:"San Valentino's night..."




Ormai due domeniche sere addietro,il 14 Febbraio appunto,Marco è uscito da casa con una scusa banale(non era l'acquisto delle sigarette)e ne è rientrato con una simpatica signora chiamata baby sitter a pagamento,un fascio di rose rosse ed una lettera autografa con scritto "vestiti,sarà una serata indimenticabile...".
Io sono riuscita solo a balbettare un:"cosa mi metto?"e lui veloce e rapido come un rapace mi ha porto una scatola lunga e larga(purtroppo ancora troppo larga)che conteneva un meraviglioso vestito della mia taglia,elegante ma sobrio, un paio di scarpe tacco otto,molto belle ed un paio di calze di seta impalpabili.
Abbiamo salutato i bambini con gioia ed abbiamo viaggiato per circa un'ora chiacchierando allegramente,io adoro le sorprese,Marco non me ne ha mai fatta una e pertanto non volevo guastarla,facendo domande anticipatorie.
Siamo arrivati in un bellissimo e raccolto ristorante sul mare,il nostro tavolo,illuminato da una semplice candela bianca, era proprio davanti all'immensa vetrata,piena di sabbia,onde leggere ed un cielo con luna lattiginosa.
Un ragazzo suonava magistralmente il pianoforte ed eseguiva tutte le canzoni che hanno un posto speciale nella nostra storia d'amore(Marco doveva averlo istruito a dovere nella fase di progettazione della sorpresa).
Abbiamo riso e chiacchierato mangiando pesce freschissimo ed i crostacei che io adoro,vi confesso d'aver anche bevuto un bicchierino di vino fresco ed amabile(io che sono totalmente astemia da sempre).
Prima che arrivasse il dolce(sublime e spumoso) Marco si è alzato e mi ha offerto la sua mano per ballare(al centro della sala!)ed abbiamo danzato, stretti ed allacciati, senza quasi respirare, per alcuni lunghissimi minuti.
Alla fine del ballo mi ha sussurato nell'orecchio sinistro(famoso per essere particolarmente sensibile allo sfioramento):"Buon San Valentino amore mio..."
Amore mio?,Marco non mi ha mai detto "amore" in vita sua,non credevo alle mie orecchie,neanche a quello sinistro.
Una volta tornati in macchina,lui ha aperto il portabagagli,ne ha estratto un piccolo cestino simil pic-nic ed un plaid caldissimo.
Mi ha condotta sulla riva,sotto la luna,mi ha fatto sedere sul plaid nuovo,mi ha avvolta in esso e poi ha tirato fuori mille candeline glimma Ikea che ha acceso tutte intorno a noi sulla sabbia.
Poi si è semplicemente seduto accanto a me,abbracciandomi forte forte,e siamo rimasti così,zitti ed inebriati fino a tarda notte...vicino a noi solo il lieve dondolio delle piccole fiammelle accese ed il rumore del mare che risucchiava i nostri progetti identici e gemelli.


Ovviamente non è successo niente di tutto ciò,anche questo San Valentino è passato completamente inosservato agli occhi di Marco che dimentica pure gli anniversari ed i compleanni,figuriamoci una festa nazionale,ovviamente io ho fatto finta di essere una che queste stupide feste non le concepisce e che razza di senso hanno,ovviamente Marco è ritornato a casa domenica sera,con in mano un pacchetto di sigarette,un litro di latte e nessuna voglia di parlare.

7 commenti:

Tiziana ha detto...

Perchè non lo hai organizzato tu?!
Domanda scema, forse perchè avresti avuto una delusione, o magari no. Non potrai più saperlo, ormai.
Peccato..

Anonimo ha detto...

Mi ci hai fatto credere, stavo gia' sospirando un grandissimo "ahhhh"...
Il mio, di marito, quest'anno mi ha portato i cioccolatini, io l'ho portato a pranzo fuori. Ma ricordo ancora i calzettoni di spugna che mi ha regalato due san valentini fa...non voglio essere la solita a dire: san valentino non e' importante, perche' una serata cosi' avrebbe fatto piacere anche a me.Roberta

La Mora ha detto...

Rispondo a Tiz che evidentemente non mi conosce, che di serate così a Marco,ne ho organizzate tante,anche di giornate o di nottate o di merende ma lui odia le sorprese.
L'ultima gliela ho organizzata per il nostro anniversario da lui dimenticato, il 22 Gennaio,praticamente cinque minuti fa,perciò non è troppo tardi per sapere come avrebbe reagito,lo sò benissimo.
Dai Rob,bellissimi i calzettoni ed i cioccolatini,lo sò che sono tutte scemenze,sono assolutamente convinta che San Valentino sia una festa senza alcun senso,ma io,che mi sento viva e piena di desideri,festeggerei ogni giorno,per il solo fatto che ce ne sia stato un altro di giorno,da passare insieme.buon San Valentino a tutte,tutti i giorni.

Tiziana ha detto...

Scusa.
E' che non riesco a credere che al mondo, davvero, esista qualcuno che non trovi piacere nel sentirsi amato. E che non capisca quanto faccia male la dimenticanza, l'indifferenza, la solitudine.. è che ho sempre la speranza che non mollando si riesca ad ottenere.
Ma io vivo la mia di vita e, hai ragione, non ti conosco.
Mi dispiace per quello che può essere sembrato un giudizio sommario e, sì, troppo facile da dare.

la sorella bionda ha detto...

Ma noo,tranquilla Tiziana,parlo per mia sorella che a quest'ora sarà nella sua casetta,tentando di addormentare questo o quello..
Mia sorella difficilmente se la prende,anzi,quasi mai,ha un dono innato per l'incassamento colpi.
Purtroppo confermo tristemente che mio congato ha un'allergia alla felicità,alla serenità e alla gioia,pur essendo una bella persona.
Se una cosa è troppo bella o emotiva,lui diventa stronzissimo.
Ma l'amore nno è solo cieco,è pure folle,e loro due,seppur in maniera per me incomprensibile,credo..si amino lo stesso.
mah..

L Mora ha detto...

Sottoscrivo ogni parola di mia sorella,ma non avevo alcun intenzione di essere polemica o tantomeno offesa,anzi,facevo un pò la vittimina come mi viene benissimo.
Anche io pensavo di riuscire a trascinarlo dall'altra parte della barricata e guarirlo dall'allergia alla felicità,ma è durissima.
Eh si...probabilmente ci amiamo moltissimo.
Bacini

loretta ha detto...

Mie care e dolcissime cuginette,
forse voi dimenticate che marco è ormai un uomo di quasi mezza età.
Un reduce dai mitici e duri anni settanta:guerriglie, morti quasi ad ogni manifestazione, amore libero ,coppia aperta, niente smancerie ecc. Noi donne eravamo divise in due categorie: le parioline, cioè oche, e le femministe ,coè niente fronzoli e parole sdolcinate.
Che pretendete da quel sant'uomo! Baci.
Loretta

Fairytale Wedding Planner's Fan Box