domenica 20 dicembre 2009

La bionda in "Babbo Natale"


A volte resuscitano,
a volte di domenica,escono in barba al freddo becco e proibitivo e se ne vanno al centro di Roma,a volte si spingono fino a via delle Stellette,vicino a vicolo dell'Orso ed entrano nel forno zeppo di bontà e profumatissimo.
A volte si comprano delle crostatine ai pistacchi di Bronte,verdi come i prati bavaresi,se le tengono strette nel sacchetto di carta e corrono verso l'autobus,tentando di tornare a casa.
A volte capita persino che gli ultimi metri che ti separano dal portone siano anche i puù freddi del mondo,e che tu,con il pensiero del dopo e la voglia irrefrenabile di fare la pipì,giri finalmente la chiave nella toppa.
Capita a volte che tu ti prepari una tazzone di the verde e ginseng bollente,che la versassi nella tazza di Babbo Natale che ami e che ti siedi al pc..e pensi: "cazzo sono secoli che non scrivo nel blog!"
E allora eccoti,che fra un sorso e l'altro,riordini due pensieri e lasci un segno qui sopra.

Bentrovati a tutti,
se c'è una cosa che io amo smodatamente è il Natale,e ogni annesso è per me puro piacere.
Regali fra la folla?
Ideazione menù?
Stare in famiglia?
Essere Babbo Natale per i tuoi figli?
Fare i regali su commissione per svariatissime persone?
Eccomi.Rispondo a tutti gli appelli.Festosa come una renna addobbata a festa,felice come un omino di marzapane coi bottoni colorati.
Ma se c'è una cosa che adoro e che venero più di ogni pacchetto e fiocchetto è proprio Babbo.Si,lui,Babbo Natale lo amo come quando avevo 8 anni.E non transigo.
Compro 4 tazze,natalizie,una renna,un pinguino,un omino di neve e Babbo.
I bambini provano a dire "uh,Babbo lo vogl.."
"No,forse non avete capito.Babbo E' mio."
Ecco,su per giù questa è la reazione.Ogni anno,facciamo l'albero e poi costringo i bambini a sorbirsi il film ottantone e trash "la vera storia di Babbo Natale" un must per me,con loro che visibilmente si annoiano e io che sentenzio "ssshhh,vedete,zitti!"
Insomma,loro lo amano meno di me.E questo è fonte di grande dolore;quando devono scrivere la lettera sono poco motivati,io mi ricordo fior di ghirigori,promesse,parole d'amore,fiocchettini e cuoricini.
Loro sintetici "Caro Babbo,vorrei..."
Affranta mi arrendo alla realtà,e continuo ad amarlo in silenzio.

Quest'anno transitorio sta per finire,spesso tiro le somme e rifletto,come un commercialista col 740.
Vedremo.Intanto per ora,tentando di ammazzare il tempo,aspetto mia figlia,che torna con L'AEREO,da Genova dove è andata col padre..solo l'idea mi fa diventare pazza,non vedo,non ci sono,aah!
Ma tant'è..e aspetterò fondendo con l'alito il vetro della finestra,con cedimenti cardiaci e nodi alla gola,finchè non saprò che mia figlia è coi piedi per terra,vicino a me.

Insomma..Babboni pè tutti!

1 commento:

Fra ha detto...

presente! anche io in latitanza dal bolg e come ogni anno l'unica a cui piace il natale ;)...oggi meno 13 e tanta neve che bello
Un bacione
fra

Fairytale Wedding Planner's Fan Box