domenica 3 luglio 2011

"Sola..."



Non ho dovuto assicurare nessuno ai seggiolini, allacciare cinture e ganci, nè chiudere le sicure dall'interno.
Non ho dovuto caricare vestiti, pannolini, maglioncini, nè biberon e biscotti per il viaggio, in caso di traffico.
Non ho dovuto ascoltare:"la mattìna del tapo ha un buto nella domma", ma la musica che piace a me.
Ho potuto viaggiare godendomi il tramonto lungo come un sospiro d'innamorata e cantare piano.
Ho potuto parcheggiare in un centro commerciale gremitissimo di persone in cerca di affari, senza avere il terrore di perdere nessuno, io rimanevo esattamente lì dov'ero.
Ho potuto vagare nel mio negozio preferito di cose per la casa, comprando un tappetino color burro senza dover fermare il piccolo con la gamba inchiodandolo al muro e richiamare il grande che saltava sui piatti di porcellana.
Ho potuto acquistare tre litri di bagnoschiuma al miele biologico italiano, senza sentire critiche e tiritere da parte del maschio più grande.
Ho potuto non cenare affatto, farmi una doccia quasi infinita, massaggiarmi con zenzero e gelsomino in ogni dove, ascoltare musica brasiliana romanticissima, lasciare che i capelli bagnati gocciolassero sulla mia camicia da notte preferita di cotone e lacci, senza dover intanto preparare la cena, tamponare ferite, evitare traumi cranici od ingestioni accidentali.
Ho potuto bere thè freddo al limone e mettermi a scrivere quasi al buio davanti al davanzale della finestra aperta, senza nessuno che mi salisse sulle gambe ed urlasse "anche io mammaaa!"e rovesciasse il thè sulla tovaglia appena messa e spegnesse il computer con una gomitata ben assestata.
Ho potuto accendere le candele alla citronella senza avere paura che qualche nanino si scottasse e qualche adulto sempre maschio, dicesse che le candele fanno tanto cimitero.
Ho potuto osservare la fiammella della candela gialla, vibrare nel vento della sera estiva, senza dover fare subito qualche altra cosa,ma semplicemente osservarla e basta.
Ho potuto vagare nuda e scalza nella corrente che arrivava dalle due finestre parallele, senza dovermi coprire nè difendere dagli attacchi alle "scise di mamma".
Tra poco potrò vedere un film per intero, senza interruzioni, nè urli di sottofondo, e per di più un film che non sia Kung fu panda.
Tra poco potrò addormentarmi sul divano come mille anni fà, oppure andarmene a letto a leggere un libro, un libro senza figure pop-up che sbucano all'improvviso con i nasoni lunghi ed i fiori immensi.
Tra poco, dopo sette lunghissimi anni, potrò dormire tutta la notte di filato senza dovermi svegliare, senza cambiare pannolini, senza portare biberon e peluche, senza prendere pedate improvvise sulla mandibiola.

Allora come mai, la stanza blu con i pesciolini di legno bianchi,i lettini fatti ed ordinati, i giocattoli al loro posto, i pigiamini piegati sotto ai cuscini, sembra un gorgo di solitudine e tristezza e questa libertà mi inciampa dritta dritta sul cuore?


http://cenadamamma.blogosfere.it/2011/07/vacanze-in-campeggio-con-gli-under-3-no-grazie-preferisco-vivere-i-parte.html

9 commenti:

SABRINA ha detto...

PERCHè DOPO 7 ANNI, ORAMAI SEI ASSUEFATTA E INTOSSICATA. SECONDO ME QUESTE INSPERATE SERATE DI "LIBERA USCITA" SERVONO PROPRIO A FARCI CAPIRE CHE TANTO NON SAREMO PIù QUELLE DI PRIMA, TANTO VALE GODERSI AL MEGLIO QUEL CHE SI HA. IO TREMO AL PENSIERO DI QUANDO FRANCESCO SE NE ANDRA' DI CASA, CREDO CHE PER LA PRIMA VOLTA IN VITA MIA PATIRO' LA SOLITUDINE, IO CHE SONO ORSA DENTRO (E UN BEL PO' ANCHE FUORI) E LA SOLITUDINE L'HO SEMPRE CERCATA. SIAMO UMANI, E IL NOSTRO DESTINO E' DI NON ESSERE MAI PERFETTAMENTE SODDISFATTI.

IN FRIULANO SI DICE "CJAR DI CRISTIAN A COSTE CJARE" (CARNE DI CRISTIANO COSTA CARA) PERCHè ESSERE MADRI DA' TANTO, MA ANCHE TANTO COSTA

Io ha detto...

Cara Sab quanta saggezza nelle tue parole friulane da orsa di carattere e di peli.
Nessuno è mai felice davvero, nulla và assolutamente bene, la soddisfazione è un attimo, unas tella cadente che lascia una scia dentro al cuore e dentro ai neuroni.
Ero felice e triste, rilassata e tesa, concentrata sul reimparare a stare con Me.
Ti bacio forte lontano dai peli se permetti.

Fra ha detto...

E' bello rileggerti era da tanto che non passavo di qui e ritrovare quella leggera profondità è sempre piacevole
Un bacione
fra

Anonimo ha detto...

ti prendono la vita, e non ti torna più, anche perchè senza loro non sapresti più che fartene!!!!!!
TUTTO CAMBIA....
bacioni estivi lu

Io ha detto...

Cara Fra, mi sono accorta della tua assenza e sono felicissima di averti ritrovata, non mi abbandonare più altrimenti saranno guai eh?
Grazie delle tue parole e del tuo ritorno.
Buona estate.

Io ha detto...

Carissima Lu, che dire?parole sante, che strano cosmo quello del genitore, specie quello del genitore femmina.
Grazie per la tua presenza assidua e doppia su entrambi i fronti.
Buon martedì di temporale.

loretta ha detto...

ma dove li hai spediti????

rilassati!

loretta

Io ha detto...

Sono da nonna Vanda in campagna, io faccio avanti ed indietro dal lavoro a Nerola, ma domenica ero scesa a Roma per preparare rientro a lavoro e varie cosucce...Marco è in colonia con i ragazzi fino al 20!

loretta ha detto...

Allora mi sa che non ti rilassi molto. del resto è il destino delle mamme di bimbi piccoli, quando poi sono grandi il corpo può anche rilassarsi , ma la mente mai,....porca miseria mi tocca dare ragione a mia madre!! per una figlia "ribelle" anche se ormai ultra cinquantenne non è una bella cosa!

Ti abbraccio.
loretta

Fairytale Wedding Planner's Fan Box