martedì 21 ottobre 2014

Mia nonna e lo zucchero



Mia nonna era secca come un fuscello, con una testa piena di capelli castani,indossava i tacchi anche per andare al mercato, profumava di caffè tostato di Castroni, e di pane ciabatta ben cotto.
Mia nonna, quando si è guardata allo specchio e si è scoperta i capelli bianchi che avevamo smesso di tingerle perchè ormai era vecchietta ed aveva l'Alzheimer, se li è tirati rabbiosa e voleva morderci tutti.
Mia nonna aveva le mani storte dall'artrosi e si è fatta un gran culo per tutta la vita.
Mia nonna preparava ogni giorno un termos di caffè caldo pieno di zucchero.
Mia nonna mi faceva lo zabaione con talmente tanto zucchero che lo sentivi scrocchiare sotto i denti.
Mia nonna friggeva le frappe e le riempiva di zucchero.
Mia nonna faceva il ciambellone e ci metteva tanto zucchero.

Chissà quanto spendeva mia nonna di zucchero.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

...e se osavi dire che era troppo (nel caffè) ti diceva:tu non lo girare!!.ps: dapremettere che a lei non piaceva,però raccontava che in gravidanza ne metteva un po nel palmo della mano e gli serviva come carburante,ma solo in gravidanza!! Ciao ma, e perdonami per i capelli che io non riesco proprio a farli!!

silvia ha detto...

Si, era assolutamente inutile dirle che era troppo tutto quello zucchero, ne metteva sempre quella stessa assurda quantità.
Bella lei nonna Nicolina zuccherina.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box