sabato 20 dicembre 2014

Anatemi



Appena sono diventata mamma, ho tentato di contenermi a tale proposito.
Nei primi anni della mia maternità mi sono ripromessa di non farlo quasi mai, e semmai, di farlo in maniera sfumata esclusivamente quando non avessi resistito.
Lentamente non sono più riuscita a trattenermi ed ora sono giunta all'apoteosi di tale mia caratterista linguistico-comunicativa, ecco il risultato:

"Non saltate sul divano che vi risale il bolo dall'esofago ed i succhi gastrici vi aggrediscono la mucosa!"
"Non vi arrampicate sulla libreria, cadete all'indietro e vi lesionate per sempre la colonna vertebrale"
"Non dondolate così velocemente, potreste perdere il controllo, impattare sul terreno e restare paralizzati"
"Non bevete bevande fredde vi viene una congestione"
"Non mi fate gridare così, mi sta partendo un embolo"
"Non parlate mentre masticate, potreste incappare in una polmonite ab ingestis"
"Non gridate così, vi si sfilacciano le corde vocali"
"Copritevi bene o vi viene la broncopolmonite con versamento pleurico"
"Non leggete al buio, sforzate la retina e diventate ciechi"
"Espettora espettora, liberati del catarro, altrimenti ti intasa i polmoni"
"Vuoi lo zucchero bianco?ma hai idea di quanto sia raffinato e nocivo lo zucchero bianco?sei pazzo o cosa?"
"Tenete dritta quella schiena o vi verrà il gibbo"
"Mangiate poca carne, quella vi intasa i reni, avete idea di cosa voglia dire metabolizzare quelle proteine animali?"
"Non bevete il latte vaccino, la vostra lattasi si è estinta da tempo e le molecole grasse utili per un vitello non vanno certo bene per voi due"
"Non stropicciatevi gli occhi che vi graffiate il cristallino"
"Attenti con questa bicicletta, cadete e vi spezzate l'osso del collo"
"Uscite dal mare, avete le labbra blu, non vi si riattiva la circolazione!"
"Fate colazione che vi si alza la glicemia"
"Come siete pallidi, come state a ferro?"
"Non spingere tuo fratello che gli fai saltare tutti gli incisivi"
"Attenti agli spigoli, non vedete che sono esattamente all'altezza della vostra tempia?"
"Ti faccio un massaggio con l'olio 31, così decontrattuto la zona che ti duole"
"Volete una bella tisana depurativa-rilassante?"
"Se continuate a farmi arrabbiare così, dovrò subire un trapianto di fegato, ho la bile fin dentro gli occhi, state buoni".

Aiutate i miei figli, fate una buona azione a Natale, hanno una madre...colorita (non nel senso di incarnato, quello è pallido, ha una situazione di sideropenia importante).


3 commenti:

Massimo ha detto...

La mater italica, seconda solo alla jiddish momme delle storielle ebraiche come apprensione e soffocante presenza.
Io mi rapporto quotidianamente con mamme: alcuni casi sfiorano la paranoia, altri la sfiorano, la saltano a piedi pari e si tuffano nella follia.
I Padri? Assenti o a casa con le orecchie che fischiano. Ogni malanno è ereditato, a sentire le mamme, dalla linea paterna. La genetica sbilanciata, la chiamo.
Le mamme del ragazzo di 14 anni che sono aggiornate in tempo reale sulle sue evacuazioni.
Le mamme che mettono supposte supposte efficaci a ragazzine col piercing o ragazzotti con barba e ascelle da Hells Angels.
Le mamme mi dica dottore non ce l'avrà troppo piccolo?
Le mamme non so se lì sotto è normale non me ne intendo (ha ha) il padre non si ricorda di quando era piccolo.
Le mamme signora ci sono venticinque gradi va bene che ha la febbre ma gli tolga sciarpa e berretto.
Le mamme non è colpa mia se mangia schifezze è lui (due anni) che apre il frigo (e magari fa anche la spesa?)
Le mamme non mi aveva detto che poteva bere (signora ha otto mesi, non le ho nemmeno detto che necessita di ossigeno ma non è che significa che dovete tenerlo con la testa in un sacchetto)
Le mamme sono due giorni che non si scarica (non dire gli tolga le pile, non dirlo!)
Le mamme posso mettergli lo scotch per queste orecchie a sventola, mi ricorda mia suocera.
Le mamme gli dia quello sciroppo bianco dell'altra volta (Gesù).
Le mamme una volta ha preso quello sciroppo bianco e ha avuto uno shock quasi mi muore (Gesù e Maria)
Le mamme la ringrazio mille.
Le mamme per adesso grazie (ah,fossi il re del mondo, la pena di morte).
Le mamme ma lei va in ferie? (incredule, Abramo Lincoln si è sbattuto per niente, allora?)
Le mamme ma lei domani è chiuso? (si, sempre stato ombroso di carattere, domani non faccio eccezione)
Le mamme che allacciano e slacciano le scarpe a preadolescenti che sanno scaricare da internet i piani della CIA

Quindi consolati, ho passato al vaglio le tue paure e devo dirti che sono quasi tutte sensate.
Diciamo che il tuo eloquio serve a prepararli al fatto che al giorno d'oggi senza... raccomandazioni non si va molto avanti.
E dopo tutto cosa chiedi loro, direttamente o od (?) implicitamente? Quello che il tuo titolo diventa con un piccolo scambio: AMATEMI

Massimo ha detto...

Buon Natale Silvia.
Auguri speciali dal tuo amico di penna.

silvia ha detto...

Buon Natale Massi, non avrei mai immaginato di poter avere un amico così.
Ti abbraccio forte da qui, chissà se si sente da lì...

Fairytale Wedding Planner's Fan Box