martedì 22 giugno 2010

La Mora in:"La sindrome della pezzetta..."


Metti che finalmente siete a casa nuova.
Metti che è tutto così bello da commuoverti ogni volta che ti guardi intorno.
Metti che il bagno in camera è delizioso e fa tanto coppietta in luna di miele.
Metti che non guardate mai la televisione,che i bambini dormono nella loro stanza blu con stelle ed arca di Noè,che leggete,vi coccolate,fate tanti piccoli progetti guardando il soffitto immacolato.
Metti che il parquet è proprio color miele,che la cucina si illumina dolcemente di sera,che le camere sono inondate di luce e le tende si muovono ad ogni soffio di vento.
Metti che ogni volta che rientrate,venite investiti dal profumo di nuovo e di candele bianche.
Metti che il forno nuovo da pasticcera provetta ti da un sacco di soddisfazioni.
Metti che il lettone matrimoniale è comodo come una cuccia di sabbia e cotone,che i cuscini siano come sbuffi di nuvola messi sotto alla nuca.
Metti che non si litiga più e tutto sembra bellissimo.
Metti che tutto questo idillio domestico sia interrotto e rovinato solo da una semplice cosa...la sindrome della pezzetta pazza.
Questa sindrome è invalidante,si impossessa di me in ogni momento della giornata,mi ritrovo la mano occupata da una pezzetta di qualsiasi foggia e colore ed inizio a pulire,lucidare,spolverare,scarcagnare,strofinare,lisciare,smacchiare,asciugare.
Sono una pezzetta victim,la pezzetta mi controlla,la pezzetta è una mia propaggine,la pezzetta mi assorbe,mi guida e mi gestisce.
Io sono la pezzetta in persona.
Chiamatemi Vileda.

3 commenti:

Mammamsterdam ha detto...

Urge consulto da Zauberei. A me quelle case linde, pinte e ordinate mi fanno paura.

Però, ripensandoci, se avessi la casa davvero tutta bella come dici tu e non fatta a rate, che finisci di pittare da una parte e le vernici e i pennelli e la trementina ancora ce li hai tra i piedi che la carne del tuo sangue minorenne già ti ha fatto le ditate artistiche dall'altra, ecco, se fossi nello stato di grazia una botta di pezzetta potrebbe venire pure a me.

Comunque, se dovessi cambiar parere o vuoi una terapia d'urto, ti mando i bambini a prendere il te.

Complimenti comunque per la casa bella e il conseguente stato di grzia, forse mi conviene imitarti.

Michela ha detto...

metti che mi trasferissi a casa tua (l'immagine delle tende che svolazzano nel sileznio di bimbi in camere blu mi ha ipnotizzata)...

La Mora ha detto...

Meno male che questa benedetta e tanto anelata casa,vi appassiona ed ipnotizza,pensate che addirittura abbiamo l'acqua calda...niente più scaldabagno,n'artra vita.
Di altri bambini non necessito grazie,siamo al completo,la terapia d'urto sarà il tempo che passa,mi annoierò e perderò la propaggine di spugna.
Sono certa che avverrà,intanto scarcagno,ci saranno pure destini peggiori di questo.
Baci a Zau e benvenuta a Michela la nuova.

Fairytale Wedding Planner's Fan Box